rotate-mobile
Cronaca Favara

Omicidi e indagini, scatta una perquisizione: trovati un fucile e una pistola

L'ispezione è avvenuta all'interno di un complesso di case popolari. Le armi sono state rinvenute, e sequestrate, all'interno di un locale condominiale. Due persone sono state portate in Questura

La perquisizione è stata realizzata - all'interno di un complesso di case popolari di Favara - martedì scorso. E durante l'ispezione, i poliziotti della Squadra Mobile hanno ritrovato, e sequestrato, all'interno di un locale condominiale - e non dunque di proprietà privata - un fucile e una pistola. 

A quanto pare, gli agenti della Mobile in quel palazzo sarebbero arrivati dopo "una soffiata". E' stata perquisita l'abitazione di un giovane e poi, appunto, i locali condominiali e da una botola sarebbero saltate fuori le armi.

Due le persone - fra cui appunto il giovane favarese - che sarebbero state portate in Questura per essere sentite. Dopo le audizioni sono tornati a casa. 

Quanto è avvenuto fra Favara e Agrigento, negli ultimi giorni, non è altro che l'ennesima "tappa" di un'inchiesta che precede l'omicio di Emanuele Ferraro. Perché, appunto, i poliziotti della Squadra Mobile hanno cominciato ad indagare su Favara dopo l'omicidio di Carmelo Ciffa verificatosi il 26 ottobre del 2016 davanti ad un supermercato di corso Vittorio Veneto dove l'uomo stava tagliando una palma. Poi, il 23 maggio scorso c'è stato il tentato omicidio di Carmelo Nicotra e, infine, il delitto di via Diaz dove ha perso la vita il quarantenne Emanuele Ferraro. 

A questa perquisizione, gli agenti della polizia di Stato sono arrivati dopo "una soffiata" che effettivamente, trovando le armi, ha avuto riscontro. A quanto pare, il giovane che doveva essere perquisito - ma nella cui abitazione non è stato trovato nulla - sarebbe stato un conoscente di Emanuele Ferraro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidi e indagini, scatta una perquisizione: trovati un fucile e una pistola

AgrigentoNotizie è in caricamento