Punto vendita a rischio chiusura, Trony: "Problemi finanziari di un socio, noi estranei"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

In riferimento all’articolo apparso in data 6 agosto 2019 sulla testata in oggetto, dal titolo “Lavoratori del gruppo Trony a rischio licenziamento, braccia incrociate davanti ai cancelli”, G.R.E. S.p.a. proprietaria del marchio Trony, precisa quanto segue:
    • il punto vendita oggetto dell’articolo, non è ascrivibile in generale al marchio Trony, bensì a un Socio del Gruppo G.R.E. S.p.a., cioè la Papino Elettrodomestici S.p.A. 
    • la riferita situazione di difficoltà di uno o più punti vendita di proprietà di Papino Elettrodomestici S.p.A. in nessun modo può influenzare la restante rete di punti vendita a insegna Trony, gestita dagli altri soci GRE del tutto autonomi ed estranei alle vicende
    • non è pertanto possibile riferire genericamente i fatti al marchio Trony, in quanto le problematiche di uno dei soci non riguardano in alcuna misura anche gli altri soci o addirittura l’insegna nella sua totalità

A proposito di G.R.E. S.p.A.
G.R.E. (Grossisti Riuniti Elettrodomestici) nasce nel 1972 per volontà di 8 aziende con lo scopo di capitalizzare la capacità di acquisto delle realtà consociate. Nel 1997, dopo l’acquisizione del marchio Trony, G.R.E. attua per prima nel mercato italiano la strategia dell’insegna comune. Nel 2000 lancia il programma di affiliazione con insegna Sinergy. Attualmente la Società conta 13 soci e circa 366 punti vendita sul territorio nazionale (tra Trony e Sinergy). G.R.E è un’azienda associata AIRES (Associazione Italiana Retailer Elettrodomestici Specializzati).
 

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento