Domenica, 21 Luglio 2024
Il caso

Punta Bianca riserva naturale senza più colpi di cannone? “Sulla carta” sì, ma dal 17 ottobre l’esercito tornerà a sparare

Nonostante la sospensione delle esercitazioni militari disposta il 5 marzo scorso per un accertato inquinamento da munizioni, il poligono Drasy sarà di nuovo utilizzato per esercitazioni a fuoco con tanto di calendario delle attività fino al 30 dicembre

Una riserva naturale dove però si spara ancora. E’ stato pubblicato oggi, 18 giugno, un calendario di attività, da parte del Comando militare esercito “Sicilia” che riguarda il poligono “Drasy”, quello che si trova proprio a Punta Bianca, la stessa spiaggia in cui si parla ormai da tempo di istituzione di riserva naturale ormai certa, con tanto di interventi di pulizia e bonifica da parte di ambientalisti e volontari appena 2 settimane fa. 

Arriva lo stop alle esercitazioni militari a Drasy, Corrao: "Provata la presenza di metalli pesanti"

Un calendario molto preciso e certosino nell’indicare che, dopo la sospensione estiva in vigore fino al prossimo 15 ottobre, certifica il “ritorno” di militari e munizioni per effettuare delle esercitazioni a fuoco quotidiane (con qualche pausa giusto nei giorni festivi) fino al 30 dicembre. 

Punta Bianca, nuovo shooting fotografico e inaugurazione della segnaletica che la “certifica” riserva naturale

Eppure, lo scorso 5 marzo, a seguito di un’inchiesta dei carabinieri della tutela ambientale, sarebbe stata dimostratala presenza di metalli pesanti sul terreno attraverso carotaggi mirati in diversi periodi dell’anno. “La presenza di un forte inquinamento protratto nel tempo, per circa 60-70 anni - aveva fatto sapere il parlamentare europeo Ignazio Corrao - seppure entro i limiti previsti per le aree industriali, ha evidenziato la necessità di una sospensione immediata delle esercitazioni da parte del Comando militare Sicilia”. Provvedimento di sospensione al quale l’esercito avrebbe comunque potuto opporsi davanti al Tar. Oggi, intanto, il documento con tanto di “avviso alla popolazione” che indica giorni di esercitazioni ben precisi e i nomi dei reggimenti impegnati in ogni singola giornata.

Punta Bianca, escursione domenicale per festeggiare la “liberazione” dalle esercitazioni militari

E’ ovvio che, nei giorni in cui si svolgeranno le esercitazioni (dalle 8 alle 20), la zona sarà interdetta al transito senza alcuna eccezione. Ma intanto, a Punta Bianca, ci sono già i cartelli, installati circa 15 giorni fa, in cui si indica che “ci troviamo in una riserva naturale protetta”. Cos’è che non torna?

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Punta Bianca riserva naturale senza più colpi di cannone? “Sulla carta” sì, ma dal 17 ottobre l’esercito tornerà a sparare
AgrigentoNotizie è in caricamento