Vandali imbrattano Punta Bianca, degli "eroi buoni" la ripuliscono

Dei volontari, armati di buona volontà, hanno lavorato per ore fino a rimuovere il "fattaccio"

Volontari all'opera

Punta Bianca torna a “brillare”. Ad una settimana dallo sfregio che indignò tutti, la marna bianca è stata del tutto ripulita. La zona era stata vandalizzata. Incivili agirono armati di vernice, di vari colori, ed avevano imbrattato - provando anche a fare terrificanti disegni e geroglifici. Vandali scatenati nei pressi dell'ex casermetta della Guardia di finanza dove è stato compiuto, letteralmente, uno scempio.

A ripulire l'area, dunque, sono stati degli "eroi" buoni. Come hanno fatto? Secondo quanto testimoniato dall’associazione ambientalista di Agrigento Mareamico, i volontari hanno lavorato per diverse ore.

"Con un po' di olio di gomito un po' - dice in una nota Mareamico - di sudore e tanta buona volontà, le macchie di vernice sono state eliminate". La marna bianca, dunque, adesso può tornare ad essere bella più che mai. 

Il commento del sindaco di Agrigento Lillo Firetto

"Questa è la risposta che proviene dai cittadini ed è la risposta che Agrigento continuerà a dare a tutti coloro che sporcano, vandalizzano e imbrattano. La bellezza vincerà, alla fine anche l'ultimo incivile si arrenderà al valore dei beni comuni, perché capirà che appartengono a tutti, quindi anche a lui".

1-11-3-3

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Coronavirus, crescono i casi a Canicattì (+11), Ravanusa (+9), Campobello (+3), Racalmuto e Licata (+1): c'è anche un morto

  • Covid-19, il virus torna a tenere sotto scacco Canicattì: un morto e 35 nuovi positivi

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento