Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Strumenti urbanistici sempre più al palo, tra uffici senza personale e Comune senza risorse

Fermo ancora alla fase post ricognizione dell'esistente è il Pudm, mentre il Prg attende la creazione di un team tecnico

(foto ARCHIVIO)

Aggiornamento o creazione di alcuni strumenti urbanistici, la città dovrà attendere ancora che si completino gli iter, senza poter tra l'altro contare sul personale necessario a ali incombenze.

Il Piano urbano per l’utilizzo del demanio marittimo, più volte annunciato come imminente all'approvazione, dovrà essere ad esempio sottoposto ad un aggiornamento sull'attività di progettazione "dopo avere fatto  - diceva l'assessore all'Urbanistica Elisa Virone durante una seduta di Question Time - una ricognizione dello stato dei luoghi, della dividente demaniale, sui chioschi che sono e sulle postazioni che sono allocate e da allocare in ragione delle linee guida che vengono formulate dall'assessorato competente”. Quindi siamo ancora lungi dalla consegna effettiva alla cittadinanza. E il Prg? Qui il cammino, come noto, è ampiamente iniziato e nei mesi scorsi il Consiglio comunale ha votato l’aggiornamento dello strumento urbanistico e le nuove direttive generali in ragione della decadenza dei vincoli preordinati all'esproprio, risalente al 2014. E ora? “La fase successiva – dice Virone - è volta a portare in consiglio comunale il cosiddetto schema di massima. Tale approvazione delle direttive e del cosiddetto schema di massima, che entra proprio nel vivo della redazione progettuale legata alla pianificazione contenuta nel Piano Regolatore Generale, è un'attività che deve essere necessariamente anticipata da delle attività di studio, nel dettaglio molto sinteticamente abbiamo: lo studio  agricoloforestale, lo studio idrogeologico, la microzonizzazione sismica e, parallelamente a questo iter, la cosiddettaVas, valutazione ambientale strategica”.

L'Amministrazione annuncia: "Abbiamo affidato gli incarichi tecnici"

Per fare questo, però, ci vorranno tempo e soldi. Le risorse sono state di fatto stanziate già nel bilancio e serviranno per sostenere, con il ricorso a consulenze esterne, il lavoro dell’ufficio di Piano regolatore generale, che è comunque oggi letteralmente in emergenza personale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strumenti urbanistici sempre più al palo, tra uffici senza personale e Comune senza risorse

AgrigentoNotizie è in caricamento