rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024

Tende e gazebo davanti alla diga Castello, protesta permanente degli agricoltori: “Siamo disposti a tutto”

I coltivatori della pesca Igp chiedono di trovare soluzioni per contrastare la siccità e non perdere l’intero raccolto che per l’hinterland della Quisquina vale circa dieci milioni di euro

“Abbiamo iniziato una protesta permanente, fino a questo momento non abbiamo ricevuto nessuna risposta dalla politica e abbiamo bisogno di aiuto. Vogliamo garanzie chiare sui nostri sacrifici, da diversi mesi siamo tenuti a bada da una politica che non ci ascolta ma adesso siamo pronti a qualsiasi iniziativa. Oggi abbiamo iniziato in modo pacifico ma siamo disposti a tutto”.

Rubati tutti i cavi di rame: niente più acqua nemmeno nelle case, esplode la protesta degli agricoltori alla diga Castello

Siccità, a rischio la produzione della pesca di Bivona Igp: sit-in di agricoltori e sindaci alla diga Castello

 Così dai microfoni di AgrigentoNotizie parla Giovanni Traina, che è uno dei circa quaranta coltivatori della pesca di Bivona Igp che dalla mattinata odierna, presidiano davanti ai cancelli della diga Castello per chiedere azioni di contrasto alla siccità che minaccia seriamente il raccolto. Gli agricoltori hanno anche montato tende e gazebo e si dicono intenzionati a proseguire la protesta ad oltranza fino a quando le loro istanze non verranno accolte.

DOSSIER. Rubinetti a secco e acqua persa per strada: da 15 anni la nuova rete idrica di Agrigento ostaggio della burocrazia

DOSSIER. Abbandonato e vandalizzato, vi portiamo dentro al dissalatore "fantasma" di Porto Empedocle

AgrigentoNotizie è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.   

Video popolari

AgrigentoNotizie è in caricamento