menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Organici ridotti nel carcere Petrusa, scoppia la protesta dei poliziotti penitenziari

Secondo i sindacati si tratterebbe di un ridimensionamento di circa 6 mila unità a livello nazionale e 600 in ambito regionale

Sono sul piede di guerra gli agenti di polizia penitenziaria che lavorano all'interno del carcere Petrusa. Gli iscritti ai sindacati Uilpa, Uspp e Fsa Cnpp - si legge sul quotidiano La Sicilia - annunciano lo stop alle trattative con la direzione del carcere per "l'impossibilità contrattuale con la direzione in merito al grave ammanco di personale di polizia penitenziaria, ridotto drasticamente a seguito del decreto Madia".

Secondo i sindacati si tratterebbe di un ridimensionamento di circa 6 mila unità a livello nazionale e 600 in ambito regionale. Nel carcere Petrusa, a fronte delle 300 unità previste, l'organico ne conterebbe 236 per effetto del nuovo piano delle carceri. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento