menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un evento per Agrigento, il sindaco Firetto: "Valorizziamo l'istinto di protagonismo civico"

"Agrigento un'altra città", è questo il nome dell'evento che prenderà il via domenica sera. Tanti gli artisti che a titolo gratuito hanno scelto di sposare il progetto

E' stata presentata questa mattina la prima edizione dell'evento "Agrigento un'altra città". La kermesse si terrà domenica dalle 20.30 in piazza San Francesco. A presentare l'evento è stato il primo cittadino di Agrigento, Lillo Firetto.

Il sindaco, nel corso di una conferenza stampa, ha illustrato il programma della serata. Presenti alla conferenza anche il vice sindaco Elisa Virone e gli assessori Beniamino Biondi e Giovanni Amico.

"Dico subito - spiega Firetto - che l'evento sarà totalmente gratuito. Nessuno dei nostri ospiti avrà un rimborso spese o altro ancora. Protagonismo civico? Sì. Non saremo noi i protagonisti della serata, non saliremo sul palco o chissà che, saremo presenti insieme agli altri agrigentini. I protagonisti - spiega Firetto - saranno gli artisti che in forma gratuita hanno scelto d'esserci. Domenica vogliamo celebrare chi si è speso per il bene di questa città. Il bilancio di questo primo anno? Siamo riusciti a portare a termine diversi progetti. La città ha fatto passi importanti, a parlare per noi sono  le opere che abbiamo portato a conclusione. La città - dice Firetto - ha voglia di andare avanti, questo istinto di protagonismo civico abbiamo scelto di valorizzarlo e quindi di celebrarlo. Il vero elemento di novità è la voglia di occuparsi delle cose comuni, non è produttivo criticare qualsiasi cosa. Domenica il messaggio sarà quello di dare il giusto merito a chi ha fatto qualcosa per Agrigento". 

Il primo cittadino fa un "mini bilancio" del suo primo anno da sindaco di Agrigento: "Non dobbiamo scoraggiare la gente che ha voglia di fare, all'inizio le associazioni venivano da noi quasi sconfortate. Ho sempre detto - dice Firetto -  che dovevamo andare avanti sempre e comunque. Le critiche? Se sono costruttive ben venga, ne parliamo e ci confrontiamo. Le nostre opere? Lunedì consegneremo porta Saccajoli, è l'anno in cui ad Agrigento si sono riuscite a fare le demolizioni; non che sia un piacere, perchè nessuno ha voglia di farlo, ma abbiamo combattuto l'abusivismo. Siamo anche riusciti a dare un segno importante verso le strutture sportive: 'Nicosia', stadio 'Esseneto' e altro ancora. E' l'anno in cui arriverà un cadeau per il centro storico. Si può fare di più ma stiamo seguendo una linea precisa". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento