rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca

C'è la proroga, ma non l'ordinanza sui limiti al conferimento: in forse la riapertura della discarica

Il nuovo provvedimento è del neo presidente Nello Musumeci e servirà ad evitare, fino al 28 febbraio, una nuova emergenza rifiuti, almeno quella legata al funzionamento degli impianti

Avanti di proroga in proroga, da tre mesi a tre mesi, ma forse nemmeno questo basterà per evitare una nuova emergenza rifiuti. La gestione del comparto rifiuti in Sicilia continua a vivere in un regime di “stabile precarietà”. Nel pomeriggio di oggi è infatti arrivata la proroga parziale alle precedenti ordinanze dell'allora presidente Crocetta che riguardano il “ricorso temporaneo a speciali forme di gestione dei rifiuti in Sicilia, nelle more del rientro in ordinario della gestione del ciclo integrato dei rifiuti”.

Questa volta, l'atto porta la firma del nuovo governatore Nello Musumeci e servirà ad evitare, almeno fino al 28 febbraio prossimo, una nuova emergenza rifiuti, almeno quella legata al funzionamento delle discariche. L'ordinanza, nella parte che tratta la discarica di contrada Matarana a Siculiana, riguarda appunto il piano di autorizzazione dell'impianto di biostabilizzazione gestito dalla Catanzaro Costruzioni.

Ma i cancelli della discarica potrebbero rimanere chiusi anche domattina perchè in realtà, per riaprire, si aspetta l'ordinanza numero 13 che fissa i limiti, Comune per Comune, dei conferimenti negli impianti dell'isola e dunque anche in quello di Siculiana. Una situazione surreale perchè l'ordinanza pubblicata sul sito del Dipartimento rifiuti e che proroga di 3 mesi il servizio è la numero 14, ma per essere efficace si aspetta la 13 non ancora pubblicata. La speranza è che l'ordinanza arrivi nelle prossime ore in modo da dare alle imprese e alle discariche il tempo di organizzarsi ed evitare una nuova emergenza.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

C'è la proroga, ma non l'ordinanza sui limiti al conferimento: in forse la riapertura della discarica

AgrigentoNotizie è in caricamento