rotate-mobile
Venerdì, 21 Giugno 2024
Sanità

Pronto soccorso sempre più in crisi, il manager: "Devo usare personale su più ospedali"

Tra segnalazioni degli utenti e vertici alla Regione, Zappia prova a tamponare le emergenze

"La mancanza di medici comporta lo spostamento degli specialisti da un ospedale all'altro e quindi si lavora il sistema della reperibilità".

Così stamattina ilcommissario dell'Asp Mario Zappia su La Sicilia interviene le "giustificare" i disservizi lamentati da un paziente che si era rivolto in questi giorni eval Pronto soccorso del san iovanni di Dio e che ha raccontato dell'assenza - di sabato pomeriggio - di medici in servizio come oculisti o ortopedici. Tutti appunto disponibili solo su reperibiltià ma solo opo che il paziente passa dal triage.

Insomma, la "coperta è sempre più corta" e quindi così come avviene ad Agrigento anche nelle altre strutture del territorio si lamenta la mancanza di assistenza. Lamentele che valgono nel capoluogo esattamente come negli altri ospedali del territorio, come quello di Sciacca.

Si è discusso di questo alla Regione, ad esempio, proprio ieri nel corso di un incontro promosso con l'assessore regionale Giovanna Volo dal deputato saccense Michele Catanzaro e alla presenza dai deputati Margherita La Rocca Ruvolo e Carmelo Pace.

Tra gli esiti dell'incontro, l'impengo all'aperture di una "stroke unit" all'ospedale "Giovanni Paolo II". Ribadite le criticità soprattutto a causa dell'assenza di personale dall'Ortopedia alla Chirurgia generale all’Urologia, oltre che al Pronto soccorso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pronto soccorso sempre più in crisi, il manager: "Devo usare personale su più ospedali"

AgrigentoNotizie è in caricamento