Domenica, 14 Luglio 2024
L'approfondimento

Due medici in pensione e 9 pagati ad ore per "salvare" i pronto soccorso di Agrigento e Canicattì

Oltre al ritorno, ma per 3 mesi, del già primario Vincenzo Fontana, è stato prorogato, fino all'inizio di novembre, l'incarico a Nicola Maurizio Damanti

Il ritorno del già primario Vincenzo Fontana che, per tre mesi, dopo aver manifestato disponibilità ha avuto un incarico, seppur sia in quiescenza, di lavoro autonomo libero professionale per il pronto soccorso dell'ospedale "San Giovanni di Dio" di Agrigento. La proroga, fino al 9 di novembre, dell'incarico libero professionale al medico Nicola Maurizio Damanti per l'area emergenza del "Barone Lombardo" di Canicattì e l'incarico che, formalmente durerà fino al 31 agosto, ma comunque fino a quando la situazione emergenziale non sarà risolta, a sei medici neolaureati assegnati al pronto soccorso di Agrigento e tre a quello di Canicattì che presteranno attività libero professionale e percepiranno, dietro presentazione di fattura, 100 euro l'ora. 

Arrivano nuovi medici e professionisti, l’Asp procede con assunzioni ed immissioni in servizio: ecco dove

E' con questi provvedimenti, già genericamente annunciati nei giorni scorsi, che l'Asp di Agrigento prova a far fronte all'emergenza pronto soccorso di Agrigento e di Canicattì. E lo fa per garantire i "Lea" e non dover altrimenti chiudere i pronto soccorso di Agrigento e Canicattì. Fermo restando "la gravissima carenza di medici che continua a permanere - è stato scritto dai funzionari dell'azienda sanitaria provinciale - bisogna garantire la necessaria continuità assistenziale ed evitare un interruzione di pubblico servizio". 

Si tratta, come è evidente, di incarichi a tempo per "tamponare" le emergenze. Quello che serve, ai due pronto soccorso più in difficoltà,, sono però i medici a tempo indeterminato. 

L'Asp ha inoltre preso atto dei verbali della commissione esaminatrice del concorso per la copertura a tempo indeterminato di un dirigente medico di Medicina fisica e Riabilitativa. Approvata la graduatoria finale, il vincitore è il dottore Angelo Pecoraro che verrà immesso in servizio dopo la presentazione della documentazione e il giudizio di idoneità. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due medici in pensione e 9 pagati ad ore per "salvare" i pronto soccorso di Agrigento e Canicattì
AgrigentoNotizie è in caricamento