rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca

Sicurezza sul web, ad Agrigento bis del progetto: "Una vita da social"

Il progetto dal titolo "Una vita da social" è stato curato dalla Polizia di Stato, in collaborazione con il Miur e con il patrocinio dell'Autorità garante per l'infanzia e per l'adolescenza

"Una vita da social" fa il bis ad Agrigento. Questa mattina si è svolta la seconda edizione della manifestazione di educazione alla legalità. Il progetto della Polizia di Stato nasce  per sensibilizzare i giovani con lo scopo di prevenire rischi e pericoli connessi all'utilizzo della rete internet.

Il progetto dal titolo ”Una vita da social" è stato curato dalla Polizia di Stato, in collaborazione con il Miur e con il patrocinio dell’Autorità garante per l’infanzia e per l’adolescenza.

Nella piazza adiacente la Questura di Agrigento, ha stazionato un truck allestito a dovere come un'aula didattica. Ad accogliere gli studenti anche il capo dell'ufficio di gabinetto della Questura di Agrigento, il vice questore aggiunto Carlo Mossuto. Attenti e mai distratti gli alunni della scuola media "Pirandello" e gli studenti del liceo scientifico "Leonardo" di Agrigento.

L'iniziativa è stata "sponsorizzata" dai big del web come: Facebook, Fastweb, Google, H3G, Libero.it, Microsoft, Telecom Italia, Norton by Symantec, Skuola.net, Vodafone, Virgilio.it, Wind e Italionline; tutte con la Polizia di Stato per un solo grande obiettivo: rendere la rete sempre più sicura.

"Una vita da social", l'iniziativa della Polizia di Stato ad Agrigento

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza sul web, ad Agrigento bis del progetto: "Una vita da social"

AgrigentoNotizie è in caricamento