menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Santa Margherita Belice, progetto di restauro dell'ex chiesa Madre a ottobre "in mostra" in Spagna

L'intervento di restauro e rifunzionalizzazione dell'ex chiesa Madre di Santa Margherita di Belice, progettato e diretto dall'architetto Alfonso Cimino, sarà presentato in Spagna nell'ambito del terzo Convegno internazionale "ReUso" sulla documentazione, conservazione e recupero del patrimonio architettonico e sulla tutela paesaggistica che si svolgerà a Valencia dal 22 al 24 ottobre

L’intervento di restauro e rifunzionalizzazione dell’ex chiesa Madre di Santa Margherita di Belice, progettato e diretto dall’architetto Alfonso Cimino, sarà presentato in Spagna nell’ambito del terzo Convegno Internazione "ReUso". Giunto alla sua terza edizione il “Convegno Internazionale sulla documentazione, conservazione e recupero del patrimonio architettonico e sulla tutela paesaggistica”, organizzato lo scorso anno a Firenze, si svolgerà a Valencia dal 22 al 24 ottobre.

L’Università Politecnica di Valencia, l’Università Politecnica di Madrid, l’Università degli Studi di Firenze e l’Università degli Studi di Pavia hanno organizzato l’evento scientifico con l’obiettivo di approfondire le tematiche della documentazione, della conservazione e del riuso del patrimonio costruito. L’evento vuole incoraggiare la condivisione e lo scambio di principi ed esperienze rispetto ad uno dei temi maggiormente discussi a livello internazionale, cioè la conservazione e il riuso del patrimonio architettonico, urbano e paesaggistico.

Per la sua rilevanza scientifica e disciplinare e l’originalità del contributo al dibattito, un comitato scientifico internazionale ha apprezzato l’intervento compiuto in Sicilia, a Santa Margherita di Belice, progettato e diretto dall’architetto Alfonso Cimino con il supporto di una campagna d’indagini diagnostiche coordinata dai professori Franco Tomaselli e Massimo Ventimiglia (Università degli Studi di Palermo). Quest’anno, il convegno vuole infatti riproporre le tematiche già affrontate nelle precedenti edizioni ma evidenziare come la valorizzazione del patrimonio architettonico storico debba configurarsi, anche, come attività indirizzata alla sostenibilità culturale ed economica, temi ormai centrali al tempo della crisi economica. 

"ReUso 2015" vuole favorire uno scambio di valutazioni sulla compatibilità degli interventi sul patrimonio, evidenziando l’importanza di un uso attuale dei beni architettonici, che risulti funzionale e connesso alle reali esigenze del contesto. L’ex chiesa Madre di Santa Margherita parzialmente distrutta dal violento sisma registrato nel 1968 nella Valle del Belice, dopo l’intervento ideato da Alfonso Cimino è divenuta una fondamentale risorsa culturale grazie al suo riuso a sede del "Museo della Memoria".    

La selezione dei contributi che saranno esposti al convegno spagnolo vuole anche dare spazio alle tematiche della musealizzazione dei beni architettonici, dei criteri e metodi in tempi di "crisi", del consolidamento, della vita nelle città storiche, del risparmio energetico negli interventi sul costruito, della compatibilità, del riuso eco-efficiente dei monumenti architettonici e dei centri storici, nel rispetto dei loro valori culturali e materiali.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento