rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

Salta il progetto "Girgenti"? Firetto: "Ignorare contratti e intese è un atto di arroganza"

Il "taglio", per la città dei Templi, si traduce nella perdita di complessivi 33 milioni di euro per interventi di sicurezza sociale, di riqualificazione e rivitalizzazione del centro storico

"Siamo basiti e attoniti quando saltano gli impegni assunti, quando s'ignorano le regole, quando i contratti tra istituzioni diventano carta straccia. Da chi vorrebbe essere garanzia di onestà e cambiamento, ci  si aspetta almeno il rispetto dei rapporti tra le istituzioni. Comprendiamo la decisione del presidente dell'Anci Antonio Decaro di sospendere le relazioni istituzionali, perché ignorare contratti e intese successive è un atto di arroganza e di indifferenza che offende sindaci e cittadini. Anche Agrigento come altre città aveva guardato al bando per le periferie come ad un'opportunità di crescita e di riqualificazione urbana, dietro cui c'era l'impegno di nuove imprese e di privati, di associazioni, di ordini professionali e di enti. Non forme di assistenzialismo ma reale stimolo e rilancio per lo sviluppo e l'occupazione. Dietro ad atteggiamenti di chiusura e prese in giro sembra esserci solo propaganda e inganno". Lo ha detto i sindaco di Agrigento, Lillo Firetto, a seguito della conferenza unificata in cui si sarebbe dovuto discutere lo sblocco dei fondi per il bando periferie. 

Girgenti rischia di saltare, Firetto: "Non si può svilire il lavoro di oltre due anni"

Discussione che, appunto, non c'è stata. I sindaci, che sono sul piede di guerra, non vogliono farsi prendere in giro. Il premier Conte si era impegnato personalmente con i sindaci, durante un incontro istituzionale durato tre ore, a rifinanziare i progetti di riqualificazione delle periferie recentemente affossati al Senato. "Taglio" che, per Agrigento, si traduce nella perdita di complessivi 33 milioni di euro per il progetto "Girgenti": interventi di sicurezza sociale, di riqualificazione e rivitalizzazione, del centro storico, capaci di generare investimenti pubblici e privati.

Il presidente della Regione: "Penalizzate ancor di più le aree svantaggiate"  
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salta il progetto "Girgenti"? Firetto: "Ignorare contratti e intese è un atto di arroganza"

AgrigentoNotizie è in caricamento