menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Impianto di depurazione a Favara, un progetto da 5milioni di euro

Il sindaco Alba: "Finalmente oggi abbiamo la certezza che anche questo progetto non resterà solo sulla carta"

Un impianto di depurazione a Favara? Adesso si può. E' partita sul sito di Invitalia, centrale di committenza del commissario unico Maurizio Giugni, la gara per realizzare il collettore che dovrà portare le acque reflue dell’agglomerato di Favara al nuovo impianto di depurazione intercomunale, in corso di realizzazione. Entrambe le opere sono in capo alla struttura commissariale e permetteranno l’uscita dalla procedura d’infrazione 2004/2034 dell’agglomerato di Favara, per la quale l’Italia è stata condannata dalla Corte di Giustizia europea al pagamento di una sanzione europea.

" L’intervento -  fa sapere il commissario depurazione - prevede che l’esistente impianto di depurazione di Favara sia riconfigurato ad impianto di pretrattamento dei reflui: da lì, un collettore di adduzione, con tubazione in polietilene alta densità della lunghezza di circa 6,7 chilometri, arriverà fino al nuovo impianto. L’intervento si integra dunque con la realizzazione di un nuovo depuratore, in prossimità del fiume Naro, a servizio di Favara e della fascia costiera di Agrigento (zone San Leone, Villaggio Mosè, Dune e Cannatello) per una potenzialità di 60.000 abitanti equivalenti: per questa opera è già intervenuta l’aggiudicazione dei lavori".

L’importo dei lavori per il collettore di adduzione, messi a base di asta col criterio del minor prezzo, è di circa 3,3 milioni di euro, con scadenza per la presentazione delle offerte prevista per il prossimo 4 maggio. Il costo complessivo dell’intervento è invece di quasi cinque milioni.

"Con l’avvio di questa gara – osserva il Sub Commissario Riccardo Costanza – prende sempre più forma il nuovo sistema fognario e depurativo che regolerà in maniera efficace la gestione delle acque reflue dell’agglomerato di Favara, garantendo benefici per l’ambiente e l’uscita dalla procedura di infrazione comunitaria”.

"Un progetto ambizioso – lo definisce il sindaco Anna Alba - che permetterà a Favara di adeguare il suo sistema di depurazione. Finalmente oggi abbiamo la certezza che anche questo progetto non resterà solo sulla carta, ma diventerà una realtà concreta per dare un beneficio effettivo alla comunità. L’avvio di questa gara – conclude Alba – è già un risultato raggiunto, un passo verso la normalità, che vuol dire innanzitutto migliori servizi al cittadino”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento