rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
Cronaca

Prodotti ittici non sicuri e non tracciabili, scatta l'operazione "Calypso": sequestri e multe

A condurre gli interventi la direzione marittima della Sicilia occidentale: oltre una tonnellata di prodotti tolti dalla vendita in provincia

Si è conclusa in questi giorni l’operazione “Calypso”, condotta, a livello regionale, dalla direzione marittima della Sicilia occidentale con sede a Palermo, finalizzata al controllo della filiera ittica e che hanno riguardato sia la piccola distribuzione che i grossisti per individuare prodotti ittici non provvisti di requisiti igienico sanitari o tracciabili. 

Le ispezioni hanno impedito che oltre 8.800 chili di prodotti ittici ritenuti non sicuri per il consumo umano finissero sulle tavole dei consumatori siciliani, con multe elevate per oltre 74mila euro.

In particolare, in provincia di Agrigento, è stato effettuato un sequestro da oltre 500 chili di pescato a Porto Empedocle presso un grossista locale, con altre 500 chili sequestrati presso una pescherina di Licata.

Parte del prodotto sequestrato, dichiarato dai medici veterinari non idoneo al consumo umano, è stato avviato alla distruzione presso centri di smaltimento autorizzati mentre la restante parte, ancora in attesa di valutazione sanitaria, se ritenuto sicura, sarà devoluta in beneficenza in favore di enti e associazioni caritatevoli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prodotti ittici non sicuri e non tracciabili, scatta l'operazione "Calypso": sequestri e multe

AgrigentoNotizie è in caricamento