Cronaca

Bonus 110%, il procuratore Patronaggio lancia l'allarme: "C'è il rischio di abusi"

Il procuratore è intervenuto ieri on line alla presentazione del rapporto sulle Ecomafie di Legambiente: fari puntati anche sulla tutela del patrimonio archeologico e ovviamente sui rifiuti

Il procuratore Patronaggio

Abusivismo edilizio, gestione del ciclo dei rifiuti, ma anche tutela del patrimonio archeologico e paesaggistico. Sono tanti i temi su cui la Procura di Agrigento si è impegnata e si sta impegnando in questi anni e di cui il procuratore Luigi Patronaggio ha fatto cenno durante il suo intervento in streaming nel corso della presentazione del rapporto 2021 sulle Ecomafie di Legambiente.

Patronaggio, nell'accennare alle attività già svolte (operazioni contro il commercio di rifiuti ferrosi, contro il capolarato, o i provvedimenti presi rispetto al settore dei rifiuti urbani e delle discariche, passando dalla difesa dei beni paesaggistici come la Scala dei Turchi) ha dedicato una parte della sua trattazione al tema dell'abusivismo edilizio, fenomeno, ha detto "strutturale e connaturato", con la Procura che ha cercato di "porre un argine alle inerzie dei Comuni" con gli ormai noti protocolli per le demolizioni degli immobili già gravati da sentenze definitive.

Iniziative, ha detto il procuratore, "che alcune volte hanno funzionato altre volte no", con i sindaci, ha aggiunto, che usano "l'alibi che ai comuni mancano le risorse". Si tratta, dice però il procuratore, più che altro di un "ritardo culturale e una realtà triste: combattere l'abusivismo edilizio non porta consenso elettorale". Nel citare i casi di Licata e Palma di Montechiaro ("Nel primo caso si sono demoliti centinaia di immobili, nel secondo solo una ventina con situazioni sostanzialmente simili, evidentemente qualcosa non ha funzionato"  ha detto) il procuratore ha poi ampliato il proprio ragionamento sempre al settore delle costruzioni, dicendosi "preoccupato dall'iniziativa del Bonus 110% perché - ha spiegato - pur trattandosi chiaramente di una misura importante per l'economia, temo, conoscendo il tasso di illegalità diffusa in questa materia nei nostri territorio, molti soggetti che non hanno titolo ad accedere al bonus anche alla luce della nuova legge sulla semplificazione tenteranno di farlo. Avremo di certo - ha concluso - lavoro per le Procure".

Patronaggio ha inoltre manifestato preoccupazione non solo per il fenomeno dei piromani che hanno più e più volte danneggiato il nostro patrimonio naturale, ma anche dell'abbandono dei siti archeologici, "Come il caso di Eraclea Minoa", ha detto, dove la copertura attuale del teatro greco è "pericolante e un obbrobrio". L'area, ha ricordato il procuratore, è anche oggetto di periodiche razzie da parte dei tombaroli. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonus 110%, il procuratore Patronaggio lancia l'allarme: "C'è il rischio di abusi"

AgrigentoNotizie è in caricamento