Processo "Vultur", tensione in aula: scontro tra difesa e giudici

I legali hanno platealmente contestato il fatto che le domande poste dal pm ai testimoni, fossero sempre tollerate, a differenza di quelle della difesa

L'aula bunker del carcere "Petrusa"

Sale la tensione al processo "Vultur", nell'aula bunker del carcere Petrusa. Scontro ieri in aula tra il collegio difensivo dei quattro imputati e quello giudicante. I legali - riporta il quotidiano La Sicilia - hanno platealmente contestato il fatto che le domande poste dal pm ai testimoni, fossero sempre tollerate, a differenza di quelle della difesa.

L'inchiesta riguarda alcune presunte vicende mafiose, tra cui i sospetti di infiltrazioni della costa locale al Comune di Camastra che, nei mesi scorsi, ha visto l'insediamento di una commissione ispettiva per verificare l'eventuale condizionamento subìto dall'ente. Le accuse ipotizzate per i quattro indagati sono di associazione mafiosa ed estorsione. Sul banco degli imputati, davanti al collegio di giudici presieduto da Luisa Turco (con a latere Rosanna Croce ed Enzo Ricotta) siedono Rosario Meli, 69 anni, di Camastra; il figlio Vincenzo Meli, 46 anni, di Camastra; Calogero Piombo, 65 anni, di Camastra; e Calogero Di Caro, 70 anni, di Canicattì.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade dal carro di Carnevale ed è tragedia: morto un bimbo di 4 anni

  • La Questura ferma il Carnevale di Sciacca, la kermesse è stata definitivamente annullata

  • Emergenza Coronavirus, scatta la quarantena per tre persone

  • "C'è un sospetto caso di Coronavirus al pronto soccorso", l'allarme viaggia su Whatsapp: è una fake news

  • L'incidente mortale a San Leone, arrestato il 49enne che era alla guida dell'auto

  • Psicosi Coronavirus, dirigenti scolastici sospendono le gite

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento