Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Processo "Bazar", in sei davanti ai giudici: un settimo accusato di estorsione

Ha chiesto di patteggiare di un anno e 6 mesi Calogero Bellanca, 45 anni, di Ribera, assistito da Mirella Vento. Patteggiamento e in subordine di abbreviato per Hassine Ghrairi, 74 anni

Ha preso il via al tribunale di Sciacca il processo per droga “Bazar”. Davanti ai giudici gli imputati che non hanno scelto il rito abbreviato. Secondo quanto fatto sapere dall’edizione odierna del Giornale di Sicilia, ci sono anche due istanze di patteggiamento e due di rito abbreviato ma le udienze dovranno ancora essere fissate. La vicenda riguarda lo spaccio di droga che avrebbe coinvolto anche un minore. Cocaina ma anche hashish spacciata nel centro di Ribera fino al giugno del 2019.  L’indagine è stata svolta dai carabinieri di Ribera.

Ha chiesto di patteggiare di un anno e 6 mesi Calogero Bellanca, 45 anni, di Ribera, assistito da Mirella Vento. Patteggiamento e in subordine di abbreviato per Hassine Ghrairi, 74 anni, il tunisino assistito dall’avvocato Antonio Palmieri. Hanno chiesto il giudizio abbreviato gli avvocati Giovanni Forte e Giuseppe Tramuta per i tunisini Mohamed Salem Haj Ahmed, 38 anni, e per Ahmed Hedi Ben Hadj, di 37.

Giuseppe Fortino, 36anni, è un altro dei riberesi coinvolto e al quale vengono contestati fatti di droga. La richiesta di giudizio immediato accolta dal gip Alberto Davico, riguarda anche Giuseppe Fallea, 60 anni, che viene pure giudicato in ordinario dal tribunale di Sciacca.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processo "Bazar", in sei davanti ai giudici: un settimo accusato di estorsione

AgrigentoNotizie è in caricamento