Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

"Sodano incontrò il boss Messina in un bar", pentito accusa l'ex sindaco

Esulta la difesa di Arnone: "La storia agrigentina adesso è molto più chiara". La ricostruzione è però contestata dalla difesa dell'ex senatore

Processo per concorso esterno in associazione mafiosa nei confronti dell'ex sindaco di Agrigento Calogero Sodano, il collaboratore di giustizia Francesco Cacciatore accusa l'ex senatore.

L'uomo, infatti, (come riporta La Sicilia di oggi) racconta di aver visto Sodano incontrarsi con il boss di Arturo Messina tra l'85 e l'87 in un bar di Villaseta. Un fatto contestato comunque apertamente dalla difesa dell'ex senatore.

Favori ai boss per lavori a Villaseta? L'ex assessore: "Sodano non si intromise"

Gli avvocati Daniela Principato e Francesco Menallo, invece, che difendono l'ex consigliere comunale e candidato sindaco Giuseppe Arnone (che è parte civile nel processo), dopo l'udienza hanno dichiarato: "Indubbiamente oggi il testimone collaboratore di giustizia Franco Cacciatore ha fornito un ampio e nuovo contributo, approfondendo e dettagliando quanto aveva già dichiarato nove anni addietro. Di notevole rilievo soprattutto la ricostruzione dell'odio di Cosa Nostra nei confronti di Giuseppe Arnone, definito incorruttibile e non avvicinabile. Oggi la storia agrigentina dell'ultimo decennio del secolo scorso e degli anni 2000 è molto molto più chiara".

Sodano fu assolto in primo grado dall'accusa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sodano incontrò il boss Messina in un bar", pentito accusa l'ex sindaco

AgrigentoNotizie è in caricamento