rotate-mobile
La proposta / Porto Empedocle

Problemi di viabilità in vista dell’estate a Porto Empedocle? Chiesta l’attivazione della “Ferrovia dei templi”

La proposta arriva dall’associazione “Ferrovie Kaos” che si è rivolta all’amministrazione comunale guidata dal sindaco Calogero Martello

L’associazione “Ferrovie Kaos” propone all’amministrazione comunale di Porto Empedocle, guidata da Calogero Martello, di chiedere alla Regione l’attivazione del servizio ferroviario sulla “Ferrovia dei Templi” per fronteggiare i problemi di viabilità estiva a Porto Empedocle.

“Condividiamo - dicono i rappresentanti dell’associazione - le preoccupazioni di tanti cittadini che, in queste ore, stanno paventando i possibili, per non dire certi, disagi che si prospettano in vista della prossima estate in ordine alla chiusura di un tratto della strada statale 115 che obbligherà gli automobilisti a transitare nel centro urbano di Porto Empedocle. Per far fronte a questi disagi una soluzione possibile sarebbe quella di attivare nel periodo estivo dei collegamenti ferroviari a spola tra le stazioni di Agrigento e Porto Empedocle.

Le stazioni di Agrigento Centrale, Agrigento Bassa, Porto Empedocle Centrale e Porto Empedocle Succursale dispongono di ampie aree per parcheggi auto e, inoltre, sono prossime alle fermate di bus urbani ed extraurbani. La nostra proposta è di istituire almeno 12 coppie di treni giornalieri, con servizio a spola ad orario cadenzato, utilizzando i treni del rrasporto Regionale di Trenitalia. Un servizio così organizzato – spiega ‘Ferrovie Kaos’ – garantirebbe ad avventori e bagnanti di lasciare la propria automobile nel capoluogo, raggiungere in poco meno di 30 minuti il centro di Porto Empedocle in treno per poi proseguire a piedi (l’iconica spiaggetta dista appena 700 metri dalla stazione Succursale) o con altri mezzi urbani i lidi. Inoltre, si garantirebbe ai turisti, che in estate affollano in gran numero il nostro territorio, l’opportunità di poter raggiungere agevolmente la Valle dei Templi, sia da Agrigento che da Porto Empedocle, oppure, ancora, l’imbarco dei traghetti per Lampedusa che si trova proprio dirimpetto la stazione ferroviaria di Porto Empedocle Succursale.

Suggeriamo all’Amministrazione comunale di Porto Empedocle di proporre al più presto questa soluzione all’Assessorato alle Infrastrutture e Trasporti della Regione Siciliana, al fine di integrare nel recentemente rinnovato contratto di servizio tra Dipartimento Trasporti e Trenitalia i km/treno necessari prima dell’arrivo della stagione estiva. Tra l’altro le annunciate sospensioni che interesseranno in estate che la linea ferroviarie Agrigento – Palermo, produrranno la disponibilità di materiale rotabile che potrà quindi essere utilizzato sulla relazione Agrigento – Tempio Vulcano – Porto Empedocle. Con questa soluzione si potranno fortemente limitare i disagi conseguenti le interruzioni della viabilità stradale sulla statale 115 e scongiurare le interminabili code di automobilisti in fila nel centro urbano di Porto Empedocle, limitando l’inquinamento dell’aria e la vivibilità in generale per turisti e residenti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Problemi di viabilità in vista dell’estate a Porto Empedocle? Chiesta l’attivazione della “Ferrovia dei templi”

AgrigentoNotizie è in caricamento