menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Problema tecnico durante il concorso, aspirante preside potrà ripetere l'esame

Un malfunzionamento del sistema ha costretto una candidata a iniziare a capo la prova, il Tar: "Violata par condicio"

Un malfunzionamento del sistema elettronico ha interrotto lo svolgimento della prova preselettiva del concorso nazionale, per titoli ed esami, finalizzato al reclutamento di dirigenti scolastici. Il bando prevedeva che la prova preselettiva si sarebbe svolta in contemporanea su tutto il territorio nazionale, in modo computerizzato, su postazioni informatiche.

Allo scadere dei cento minuti a disposizione la postazione assegnata a una candidata 53enne di Ribera si è improvvisamente spenta. La prova non veniva recuperata e la docente veniva invitata a ripeterla. A seguito della ripetizione della prova la docente conseguiva un punteggio inidoneo ai fini dell'accesso alle successive fasi concorsuali.

Da qua la decisione di proporre un ricorso giurisdizionale, davanti al Tar del Lazio, con il patrocinio degli avvocati Girolamo Rubino e Giuseppe Impiduglia, per l'annullamento, previa sospensione, del provvedimento con cui la ricorrente è stata esclusa dalle prove scritte del concorso in questione.

In particolare gli avvocati Rubino e Impiduglia hanno lamentato, tra l'altro, la violazione del bando di concorso, laddove prevede che lo svolgimento della prove preselettiva si svolge in contemporanea su tutto il territorio nazionale.

Si è costituito in giudizio il ministero dell'Istruzione, rappresentato e difeso dall'Avvocatura generale dello Stato, per chiedere il rigetto del ricorso. Il Tar del Lazio, condividendo le censure formulate dagli avvocati Rubino e Impiduglia, secondo cui il dedotto malfunzionalento del sistema informatico ha determinato un'alterazione sensibile della par condicio, ha accolto la richiesta di misura cautelare, disponendo la ripetizione della prova preselettiva. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento