rotate-mobile
Cronaca Favara

"Primavera Favarese" incontra Sasà Manganella

Incontro tra il primo cittadino e l'associazione favarese per discutere di quanto già fatto...

Giovedì 13 ottobre si è svolto l'incontro tra il sindaco di Favara, Sasà Manganella, e una folta delegazione del movimento “Primavera Favarese”. Questi ultimi hanno subito rimarcato durante il dibattito l’approvazione dell’operato dell’amministrazione per quanto concerne la delibera che ha portato da 10 a 6 i capi dipartimento del Comune di Favara e per la nomina del nuovo segretario comunale.

Il sindaco ha ribadito in tale sede che l’amministrazione comunale indente portare a 6 i dipartimenti, per completare la struttura piramidale con un riassetto di tutto il personale. Il tutto in tempi brevi.

I membri del movimento presenti hanno anche attenzionato al sindaco alcune importati problematiche delle cittadina, su cui urgono interventi come il controllo del territorio e della viabilità, le finanze comunali, edifici e strutture pubbliche, centro storico e metanizzazione del paese. "Primavera Favarese" indente comunque dare apporto di idee e disponibilità politica per il bene della comunità. Su questi temi il sindaco, nel considerarli  una priorità per tutta l’amministrazione comunale, ha anche ritenuto opportuno informare il movimento sull’attività già svolta dall’amministrazione; in questo senso ove è stato possibile: sono stati previsti corsi di professionalizzazione per il personale al fine di formare una prossima futura classe dirigente professionale;  seguire più da vicino il controllo del territorio cominciando a spronare tutto il corpo dei vigili urbani; con la deliberazione già avvenuta dell’istituzione delle zone blù e che saranno realizzate a giorni; per quando riguarda la metanizzazione a seguito l’aggiudicazione della gara, entro un anno nel nostro comune inizieranno tali lavori; l’ufficio di collocamento e il Giudice di pace entro un mese troveranno la loro collocazione nei locali di piazza Comm. A. Giglia (giarritella); i locali della spettacolare Villa Liberty saranno utilizzati per gli uffici dei Servizi Sociali, per l’associazione Consorzio Agrigentino per lo sviluppo e la legalità e probabilmente sarà anche sede dell’associazione “Libera” di Don Ciotti; adozione di spazi e verde per pubblico da parte di privati cittadini per renderli vivibili con una loro manutenzione quotidiana.

“Questo che non vuol essere un elenco completo ma solo l’inizio di un percorso che deve portare la nostra Favara ad essere più vivibile socialmente culturalmente e per migliorarne la qualità della vita” afferma il coordinatore di primavera favarese Carmelo Castronovo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Primavera Favarese" incontra Sasà Manganella

AgrigentoNotizie è in caricamento