Meteo: crollo delle temperature, in provincia già caduti 20 mm di pioggia

Nelle prossime ore, i venti si disporranno da Maestrale favorendo un ulteriore calo termico. Mercoledì sarà una giornata di transizione, all'insegna di ampi spazi soleggiati alternati ad innocue nubi alte e sottili. Giovedì è in arrivo una nuova perturbazione

Una vasta perturbazione di origine artica ha attraversato tutta la Penisola, investendo anche le regioni meridionali nel corso della scorsa notte.

In Sicilia già nel corso della notte sono giunte precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale. I fenomeni, in queste ore, si stanno concentrando sulle province orientali, con particolare riferimento a Gelese, Ragusano, Siracusano e versante ionico del Messinese, ma non hanno risparmiato neanche i settori occidentali: nell'Agrigentino son caduti ben 20 mm in meno di un giorno.

"Il sistema nuvoloso è accompagnato e seguito da freddi venti di Ponente, responsabile di un autentico crollo delle temperature, ormai in atto - spiega Vincenzo Insinga di 3bmeteo - . Dopo una domenica quasi dai connotati estivi, la colonnina di mercurio si è portata infatti sotto i 20 °C sull'intero territorio regionale persino nelle ore più calde del giorno; i valori minimi sono attesi in forte calo nelle prossime notti; l'arrivo dell'aria più fredda ha portato la prima neve stagionale sull'Etna (da quota 2000 m slm) e qualche fiocco persino sulle cime delle Madonie.

Le previsioni

Nelle prossime ore i venti si disporranno da Maestrale, favorendo un ulteriore calo termico ovunque ed ampie schiarite nelle aree centro-meridionali; le precipitazioni insisteranno invece sui settori tirrenici, andando a coinvolgere il Palermitano in serata e il Messinese martedì, risultando comunque intermittenti e di breve durata. Mercoledì sarà una giornata di transizione, all'insegna di ampi spazi soleggiati alternati ad innocue nubi alte e sottili, dunque innocue, che si limiteranno a produrre solo sterili velature del cielo. Sarà il segnale dell'avanguardia di una nuova perturbazione che nelle prime ore di giovedì, attraverserà da ovest verso est buona parte della Sicilia, preceduta da intensi venti di Scirocco (temporaneo rialzo termico) e seguita da più fredde correnti nord-occidentali che riporteranno le temperature su valori inferiori alle medie climatiche della prima parte di ottobre. Stando alle nostre ultime elaborazioni le maggiori precipitazioni tenderanno a concentrarsi anche in questo caso sui settori orientali, dunque fra Iblei, Catanese e settore ionico del Messinese. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: 88 nuovi positivi, 6 ricoverati e 2 vittime

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento