Presunti abusi sessuali su una ragazzina, un indagato torna libero

Secondo quanto emerso, a favore del romeno , ci sarebbero le dichiarazioni della giovane che in sede di incidente probatorio, non ha neppure conosciuto l’uomo

Ha lasciato gli arresti domiciliari ed è tornato in libertà, si tratta di uno degli indagati che ha portato a sei arresti per i presunti atti sessuali con una ragazzina.

La giovanissima  ha meno di 14anni. I fatti sarebbero accaduti tra Menfi e Gibellina. Secondo quanto fa sapere l’edizione odierna del Giornale di Sicilia, la decisione è stata presa dal gip del tribunale di Palermo, Guglielmo Nicastro. Secondo quanto emerso, a favore dell’indagato, ci sarebbero le dichiarazioni della giovane che in sede di incidente probatorio, non ha neppure conosciuto l’uomo. L’indagato è un romeno di 36 anni Viorel Frisan.

Il giudice, ha disposto la revoca dei domiciliari per per il 36enne che è difeso dall'avvocato Michelangelo Zizzo. La giovane, nel corso dell’incidente probatorio, ha ricostruito i fatti, parlando anche della madre che si trova in carcere con l’accusa di “induzione alla prostituzione minorile”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, traffico di droga e politica: scatta l'operazione "Oro bianco": 12 arresti, ecco i nomi

  • Fiumi di droga, estorsioni, minacce e il "braccetto" con la politica: ecco i dettagli dell'operazione "Oro bianco"

  • Scontro fra due auto nella zona industriale, muore impiegata 62enne

  • Rimorchio si sgancia da tir e travolge auto: due feriti, uno in gravi condizioni

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore (+79 in provincia): la Sicilia presto sarà "zona rossa"

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento