rotate-mobile
L'ordinanza

In giro con la pistola in via Atenea e un laboratorio di armi in casa: domiciliari a 35enne

Il gip convalida l'arresto di Salvatore Butticè sorpreso dalla polizia mentre passeggiava, nel bel mezzo del sabato sera, con l'arma in tasca

Arresto convalidato e domiciliari senza il braccialetto elettronico: il gip del tribunale di Agrigento, Stefano Zammuto, ha accolto quasi integralmente le richieste della procura sul caso del 35enne di Favara, Salvatore Butticè, scoperto sabato sera in via Atenea con una pistola scacciacani modificata: i successivi controlli nella sua abitazione hanno permesso di scoprire altre armi.

Butticè è stato arrestato dai poliziotti della sezione Volanti al termine di un controllo. La perquisizione è poi stata estesa anche all’abitazione del favarese dove gli agenti hanno trovato un vero e proprio laboratorio di armi. Sequestrate cinque pistole, di cui una a salve, tre a gas prive di tappo rosso e un’altra con il tappo, ma anche un machete con una lama di trenta centimetri, un tirapugni, due coltelli e cinque caricatori.

Sono stati trovati, inoltre, altri pezzi di pistole e arnesi utili alla modificazione delle stesse armi come perni, viti e molle. Lo stesso Butticè, che ha nominato come difensore l'avvocato Salvatore Cusumano, in occasione dell'udienza di convalida dell'arresto, ha ammesso il possesso e la detenzione illecita delle armi senza provare a giustificare o negare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In giro con la pistola in via Atenea e un laboratorio di armi in casa: domiciliari a 35enne

AgrigentoNotizie è in caricamento