Sabato, 13 Luglio 2024
L'operazione / Canicattì

Sorpreso sul bus con un chilo di hashish, dopo l'arresto perde pure il reddito di cittadinanza

La Guardia di finanza lo ha bloccato al ritorno da Palermo dove, forse, era andato per rifornirsi: trovati coltellino e bilancino di precisione, il giudice lo manda ai domiciliari e revoca il beneficio economico

I finanzieri del comando provinciale di Agrigento hanno arrestato un canicattinese sorpreso, a bordo di un autobus proveniente da Palermo, dove probabilmente aveva fatto rifornimento di droga, con un chilo di hashish.

La perquisizione personale, inoltre, secondo quanto è stato comunicato dal comando delle Fiamme Gialle, ha consentito di trovare un bilancino, un coltello, ancora intriso di sostanza stupefacente, ed altro materiale necessario al confezionamento delle dosi, oltre ad 800 euro di denaro contante, ritenuto provento della cessione della droga.

Il gip, dopo l'interrogatorio di convalida, ha disposto gli arresti domiciliari e ha sospeso, come prevede la legge, l'erogazione del reddito di cittadinanza. 

"L’operazione di servizio - si legge sempre nella nota del comando della Guardia di finanza - costituisce ulteriore manifestazione della silente, ma costante presenza del Corpo sul territorio quale presidio a tutela della sicurezza dei cittadini contro il preoccupante fenomeno del commercio illegale e dell’uso di sostanze stupefacenti e psicotrope".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sorpreso sul bus con un chilo di hashish, dopo l'arresto perde pure il reddito di cittadinanza
AgrigentoNotizie è in caricamento