menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Presidio sanitario inibito dai Nas, l'Asp dispone lavori urgenti

“Gran parti delle pareti e del soffitto – hanno scritto i carabinieri dopo il blitz – si presentano con vistose macchie di umidità, sgretolate"

All’inizio dello scorso luglio, dopo il blitz del Nas di Palermo che portò alla luce una serie di criticità, il presidio sanitario di Cammarata venne parzialmente chiuso e vennero inibiti alcuni servizi. Inibizione – si disse allora – fino a quando non saranno ripristinate le ottimali condizioni igienico-sanitarie-funzionali e di sicurezza dei luoghi di lavoro. Per far fronte alle criticità è stato redatto un computo metrico estimativo di 52.546,13 di cui 39.820,39 per lavori e 12.725 euro quali somme a disposizione dell’Asp. Azienda sanitaria provinciale che ha già autorizzato l’affidamento dei lavori ad una ditta specializzata.

Ispezione dei Nas: chiusa e sgomberata la postazione del 118 

Già lo scorso marzo, ancor prima dell’ispezione dei carabinieri del nucleo antisofisticazione e sanità di Palermo, era stata segnalata, all’amministrazione comunale che è l’ente proprietario dell’immobile, una lesione al solaio del locale del presidio sanitario. E poi all’inizio di maggio, il direttore del distretto segnalava infiltrazioni di acqua piovana nell’androne del Pte e Poliambulatorio: “luoghi di transito dell’utenza e degli operatori” – veniva evidenziato - . Il 4 luglio, poi, il controllo del Nas di Palermo che evidenziò le criticità dei locali in uso alla postazione del 118 e del Pte, facendo emergere anche “condizioni strutturali e igienico-sanitarie non rispondenti ai requisiti” di legge. “Gran parti delle pareti e del soffitto – scrivevano allora i carabinieri del nucleo antisofisticazione e sanità di Palermo – si presentano con vistose macchie di umidità, sgretolature, soluzioni di continuità per mancanza di piastrellature in varie zone e non risultano facilmente lavabili in quanto gli angoli non sono arrotondati”. Adesso, l’azienda sanitaria provinciale di Agrigento ha deliberato i lavori urgenti. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento