Lunedì, 15 Luglio 2024
La cerimonia / Favara

Da Piero Barone de “Il Volo” a Michele Guardì e al procuratore Sabella: consegnati i premi speciali Buttitta

Quest’anno sono stati oltre 500 i poeti e gli scrittori che, amanti dell’arte e della cultura siciliana, hanno partecipato al concorso letterario

Sono stati il cantante Piero Barone de “Il Volo”, il regista televisivo e teatrale Michele Guardì ed il procuratore aggiunto di Palermo Marzia Sabella a ricevere, tra gli altri, i premi speciali “Ignazio Buttitta 2023” durante la cerimonia di consegna dei riconoscimenti della 24esima edizione.

Il premio, promosso dal centro artistico-culturale “Renato Guttuso” di Favara, quest’anno ha visto la partecipazione di oltre 500 poeti e scrittori , amanti dell’arte e della cultura siciliana.

Poesie, “cunti”, libri, saggi e testi teatrali provenienti da ogni parte d’Italia ed anche dall’estero sono stati esaminati da qualificate commissioni che alla fine hanno scelto i vincitori nella varie sezioni del concorso.

I tre premi speciali sono stati consegnati a siciliani che si sono particolarmente distinti nel campo lavorativo, sociale, artistico, sportivo, culturale, del volontariato, del giornalismo.

A Marzia Sabella, procuratore aggiunto della Repubblica presso il Tribunale di Palermo, è stato riconosciuto il merito e l’imprimatur di avere per la prima volta concepito, costruito ed applicato a Palermo una nuova fattispecie di reato, ossia che anche i pedofili organizzati costituiscono una associazione a delinquere.

A Michele Guardì, uno dei più importati e prolifici registi ed autori televisivi, si devono la genesi e la direzione di tantissimi programmi, tra i più seguiti dal pubblico televisivo italiano.

A Dario Cartabellotta, dirigente generale della Regione siciliana, è stata riconosciuta la capacità e l’abilità nel trovare soluzioni, spesso innovative, per il miglioramento tangibile dei servizi regionali da lui diretti.

Premi anche a Silvio Benedetto, maestro italoargentino che nella sua eccellente attività nel campo della pittura, scultura, fotografia, nonché nella narrativa e nel teatro, ha sempre incluso e fortemente contribuito a diffondere la cultura siciliana e mediterranea. 

Ed infine a Pietro Moceo, studioso della lingua siciliana, che da sempre affianca alla propria attività professionale di medico, l’amore per la cultura e la lingua siciliane con poesie, commedie, opere di narrativa e libri di divulgazione sui detti siciliani. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Piero Barone de “Il Volo” a Michele Guardì e al procuratore Sabella: consegnati i premi speciali Buttitta
AgrigentoNotizie è in caricamento