rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

Gara per l'accoglienza dei migranti, dopo un anno la Prefettura revoca tutto

Il servizio, per un totale di oltre 28 milioni di euro per tre anni, sarebbe dovuto partire nei mesi scorsi, ma sono cambiate le norme

Il nome era lunghissimo, come lo sono stati i passaggi necessari per l'approvazione delle graduatorie degli aggiudicatari: "procedura aperta volta alla conclusione di un accordo quadro con più operatori economici in base al quale aggiudicare l'appalto del servizio di accoglienza in provincia di Agrigento dei cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale”. Un migliaio di posti in totale per tre anni circa e per un valore dell'appalto di oltre 28 milioni di euro.

La storia: richiedenti asilo in Procura come commessi, tutto bloccato dal Decreto sicurezza

Una procedura di gara che era stata avviata a gennaio del 2018 e si era conclusa a fine estate - nonostante tutto dovesse partire ad aprile - e che oggi è stata revocata nonostante ormai completa e perfezionata. Questo perché il Ministero dell’Interno, con direttiva del 20 novembre 2018 ha comunicato un nuovo schema di capitolato per la gestione delle strutture di accoglienza, registrato dalla Corte dei conti il 10 dicembre 2018 scorso. La direttiva, dice l’Ufficio del Governo, “costituisce un elemento nuovo che muta il precedente assetto d interessi posti alla base dell’indizione della gara bandita da questa Prefettura secondo le precedenti direttive ministeriali del marzo 2017, disponendo contestualmente una rimodulazione delle modalità di erogazione dei servizi, anche in un’ottica di razionalizzazione e contenimento della spesa pubblica”.

Quindi tutto annullato, attuale gestione prorogata, e nuova gara da riconvocare con nuovi parametri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gara per l'accoglienza dei migranti, dopo un anno la Prefettura revoca tutto

AgrigentoNotizie è in caricamento