Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca

Poche vaccinazioni antiCovid in provincia, la Prefettura: "Occorre accelerare prima che aprano le scuole"

La circolare, rivolta a tutti i primi cittadini, impegna gli stessi ad intervenire "rendendo maggiormente fruibili in ciascun territorio i servizi di vaccinazione"

Ancora basso il numero delle vaccinazioni in troppi comuni della provincia, la Prefettura firma una circolare per sollecitare i sindaci a recuperare prima dell'avvio delle scuole.

Il documento, firmato dal prefetto Maria Rita Cocciufa, partendo dall'ordinanza della Regione che impone misure più restrittive per quattro comuni della provincia, fa appello ai primi cittadini per garantire l'accelerazione delle procedure di vaccinazione in tutti i comuni, visto che appunto tra un paio di settimane suoneranno le campanelle in molti istituti.

I dati del resto restano allarmanti nei centri dove i vaccini sono meno diffusi: a Licata, ad esempio, a fronte di una percentuale di immunizzati di solo il 52,84% degli abitanti, nella settimana dal dal 13 al 19 si sono registrati 86 positivi. Ventotto invece i casi a Porto Empedocle, dove i vaccinati sono il 59,82%, 12 a Racalmuto, dove i vaccinati sono il 59,74% e 20 a Ravanusa, dove chi ha concluso il secondo turno di vaccinazioni è solo il 48.89% della popolazione.

I sindaci vengono quindi invitati a intervenire "rendendo maggiormente fruibili in ciascun territorio i servizi di vaccinazione, venendo così incontro alle esigenze della popolazione - soprattutto di quella parte più fragile - e prevedendo ove possibile l'attivazione di modalità di vaccinazione domiciliare e decentrata".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Poche vaccinazioni antiCovid in provincia, la Prefettura: "Occorre accelerare prima che aprano le scuole"

AgrigentoNotizie è in caricamento