rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca

Diomede consegna al ministro Minniti il suo ultimo atto d'amore per la città: "Agrigento merita un prefetto senza ombre"

Poche ore dopo aver ricevuto l’avviso di proroga delle indagini, il prefetto Nicola Diomede ha scritto al ministro dell’Interno: "Sono estraneo alle accuse. Ma mi rendo conto però che un prefetto accusato di associazione per delinquere, truffa, corruzione, non è spendibile nel ruolo istituzionale"

Che il prefetto Nicola Diomede lasciasse Agrigento - dopo la bufera giudiziaria sul presunto "sistema" Girgenti Acque - era quasi scontato. Determinante è stata, però, forse, quella lettera che lo stesso prefetto ha composto. Poche ore dopo aver ricevuto l’avviso di proroga delle indagini, il prefetto Diomede – raccontano, in Prefettura, i ben informati – ha scritto al ministro dell’Interno Marco Minniti. Diomede è stato chiaro. Ed è stato il suo ultimo atto d’amore nei confronti di una terra – Agrigento e la sua provincia – che lo ha accolto fin dal 1991.

“Agrigento merita un prefetto senza ombre” – ha scritto Diomede - . “Sono estraneo alle accuse. Ma mi rendo conto che un prefetto della Repubblica accusato di associazione per delinquere, truffa, corruzione, non è spendibile nel ruolo istituzionale. E Agrigento merita un prefetto senza ombre”.

Diomede, ieri sera, si diceva pronto a cominciare il trasloco. Certamente il più doloroso della sua vita. Ma prima di andar via - e lo farà mercoledì - sembra verosimile che il prefetto saluterà Agrigento e provincia. Perché all’Agrigentino Diomede, prefetto capace di coniugare le necessità e di trovare sempre una soluzione, è visceralmente affezionato.

E sono affezionati a Diomede anche tanti, anzi tantissimi, agrigentini che ieri pomeriggio hanno cominciato il via vai, dalla Prefettura, per salutare - alcuni anche commuovendosi - colui che è stato veramente il prefetto di tutti. Un uomo delle istituzioni che ha sempre tenuto la porta aperta a tutti e per qualunque cosa. A Diomede, al suo lungo, indefesso, lavoro sta andando però anche il pensiero di altre porzioni delle istituzioni: dei rappresentanti delle forze dell'ordine. E qualcuno ha già ufficialmente detto di essere  "onorato d'aver lavorato con lui, con un prefetto galantuomo".  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Diomede consegna al ministro Minniti il suo ultimo atto d'amore per la città: "Agrigento merita un prefetto senza ombre"

AgrigentoNotizie è in caricamento