menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
 -1894

-1894

Posata la prima pietra del centro di riabilitazione

Il progetto prevede anche un parco giochi all'aperto, le strutture estive e una rampa che...

Una splendida mattina in riva al mare di Porto Empedocle ha fatto da perfetta cornice alla cerimonia di posa della prima pietra che segna l'inizio della realizzazione del nuovo centro per le attività di riabilitazione dell'Associazione Nuove Ali. Presenti autorità civili, militari, dirigenti dell'Enel, tante famiglie con i loro piccoli "diversamente abili" e diverse scolaresche.

"Si realizza un sogno iniziato nel 2006 - ha dichiarato Caterina Santamaria presidente della Associazione Nuove Ali - che grazie alla nostra caparbietà ed al supporto di Enel Cuore onlus, oggi diventa realtà". Il progetto finanziato da "Enel Cuore" con un contributo di 205mila euro, prevede la ristrutturazione di un vecchio fabbricato che ospiterà gli ambulatori riabilitativi di logopedia, musicoterapia e fisioterapia, gli uffici del centro diurno e una piscina coperta che sarà fruibile tutto l'anno.

"In questo momento di grande crisi
- ha dichiarato il rappresentante di Enel Cuore Fabrizio Romano - è fondamentale la consapevolezza della responsabilità sociale a cui sono chiamate le grandi aziende come l'Enel. Siamo quindi  felici di potere contribuire significativamente alla realizzazione del nuovo centro di riabilitazione fortemente voluto dalla Associazione Nuove Ali di Agrigento. Attenta ai bisogni del territorio, Enel dal 2003, attraverso la sua Onlus Enel Cuore, sostiene in Italia e all'estero iniziative tangibili e con effetti duraturi nel tempo, delle comunità in cui opera, per mantenere un sano equilibrio tra responsabilità economica, ambientale e sociale nel rispetto delle peculiarità culturali".

Il progetto prevede anche un parco giochi all'aperto, le strutture estive e una rampa che consentirà l'accesso diretto al mare agli ospiti non deambulanti del centro. I lavori saranno completati in un anno circa. "La piscina ed il centro, sono stati creati principalmente per i nostri piccoli soci - ha detto il vicepresidente della Associazione Giovanna Libici - che quest'anno hanno raggiunto la cifra recordo di 114 iscritti tra le provincie di Agrigento e Palermo. Ma potrà e sarà messa a disposizione, come costume della nostra Associazione. anche ad altri gruppi che vorranno utilizzarla".

Importante anche l'operato della Capitaneria di Porto di Porto Empedocle. Dopo i saluti ai presenti da parte del sindaco Firetto. del rappresentante Enel Fabrizio Romano e i saluti del comandante della Capitaneria Rinaldo Di Martino, l'arciprete don Angelo Brancato ha benedetto i presenti e la "prima pietra" del futuro centro di riabilitazione.


Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento