menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il palazzo di giustizia di Agrigento

Il palazzo di giustizia di Agrigento

"Abusò per anni della nipote della propria compagna", condannato

A denunciare fu la madre della presunta vittima. L’imputato si è sempre difeso sostenendo che contro di lui era stato costruito un castello di menzogne

Avrebbe abusato, per anni, della nipote della propria compagna. I giudici della seconda sezione penale del tribunale di Agrigento lo hanno condannato a sei anni di reclusione. La sentenza è stata emessa per un cinquantenne di Porto Empedocle. I giudici hanno stabilito, inoltre, un anticipo di risarcimento danno nei confronti della vittima che si è costituita parte civile con l'avvocato Serena Gramaglia.

L'uomo venne arrestato dalla Squadra Mobile della Questura di Agrigento il 17 aprile del 2014. A denunciare fu la madre della presunta vittima. L’imputato, difeso dall’avvocato Pierina Gucciardo, si è sempre difeso sostenendo di non avere mai abusato della ragazzina e che contro di lui era stato costruito un castello di menzogne.

Il pubblico ministero Brunella Sardoni, al termine della requisitoria, aveva chiesto la condanna a otto anni di reclusione per violenza sessuale. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento