"Viola sorveglianza ma non era pericoloso e non è reato", assolto 42enne

Il giudice proscioglie, chiudendo in anticipo il processo, l'empedoclino Francesco Paolo Cioffi

L'avvocato Daniela Posante e Francesco Cioffi

Viola la sorveglianza speciale, non presentandosi in commissariato nei giorni e negli orari previsti e non esibisce al posto di blocco la carta di permanenza, un documento che indica le prescrizioni specifiche della misura di prevenzione.

Il difensore, tuttavia, l’avvocato Daniela Posante, produce un decreto della Corte di appello che, pochi mesi dopo i fatti, agli inizi del 2017, revocava il provvedimento restrittivo ritenendo che l’empedoclino Francesco Paolo Cioffi, 42 anni, pregiudicato per vari reati e in passato arrestato, salvo poi essere assolto, per mafia, non fosse più socialmente pericoloso. Per il giudice Manfredi Coffari, questa prova fornita dalla difesa rende “superfluo l’ulteriore svolgimento dell’istruttoria”: in sostanza, il giudice ha usato quell’articolo del codice che consente di chiudere il processo in anticipo, quando sia “evidente l’insussistenza dei fatti”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Questo perché se i giudici, pochi mesi dopo le violazioni, hanno ritenuto che Cioffi non fosse più socialmente pericoloso, evidentemente non lo era quando avrebbe dovuto rispettarle e il fatto “appare privo – scrive il giudice – di rilevanza penale”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 59 nuovi positivi nell'Agrigentino: ci sono anche insegnanti e studenti, è raffica di scuole chiuse

  • Regione, firmata l'ordinanza: centri commerciali e outlet chiusi la domenica pomeriggio e coprifuoco dalle 23

  • Coronavirus: "pioggia" di casi tra Agrigento, Favara, Ribera e Sciacca

  • Cosa fare se si è entrati in contatto con una persona positiva al coronavirus

  • Coronavirus, boom di contagi fra Licata, Sciacca, Porto Empedocle e Raffadali: anche 2 bimbi e una docente

  • Aumentano i contagi da Covid, sospesi i mercatini settimanali: ecco dove

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento