menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il commissariato di polizia di Porto Empedocle

Il commissariato di polizia di Porto Empedocle

"Si accompagnava con condannati", finisce ai domiciliari un ventiquattrenne

La polizia lo ha arrestato, in esecuzione ad un'ordinanza del Gip, per "le continue violazioni alle prescrizioni impostegli con la misura di prevenzione"

E' in esecuzione di una ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari che, ieri, la polizia di Stato ha arrestato James Burgio, 24 anni, di Porto Empedocle, già sorvegliato speciale con obbligo di soggiorno proprio a Porto Empedocle.

Il provvedimento cautelare emesso dal Gip del tribunale di Agrigento arriva dopo le numerose segnalazioni effettuate dai poliziotti del commissariato "Frontiera" di Porto Empedocle che "riscontravano - ricostruisce la Questura di Agrigento - le continue violazioni alle prescrizioni imposte a Burgio con la misura di prevenzione. Gli agenti - prosegue la nota della Questura - hanno accertato che l'arrestato si accompagnava con soggetti condannati o sottoposti a misure di prevenzione o di sicurezza, violando la prescrizione impostagli con la sorveglianza speciale".

Per effetto della sorveglianza speciale, il giovane non avrebbe dovuto dunque avere queste frequentazioni. Dopo gli adempimenti dell'arresto, il ventiquattrenne è stato accompagnato nella sua abitazione dove dovrà restare in regime di arresti domiciliari. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento