Mercoledì, 19 Maggio 2021
Cronaca

"Quell'uomo mi perseguita", ventiquattrenne chiama la polizia

Il cinquantaduenne, a dire della donna, si sarebbe invaghito di lei che, però, non corrisponderebbe quella "simpatia" divenuta "fastidiosa"

Una pattuglia della polizia di Stato all'uscita dal commissariato di Porto Empedocle

Nota la presenza di quell'uomo che la corteggerebbe da tempo, sotto il portone di casa, e chiama la polizia. Gli agenti del commissariato "Frontiera" identificano il cinquantaduenne. "Stavo semplicemente facendo una passeggiata" - avrebbe detto l'uomo ai poliziotti. E' accaduto alle 6 circa di ieri a Porto Empedocle.

Gli agenti hanno sentito la ventiquattrenne - che si è, al momento, riservata di formalizzare una denuncia - . La giovane ha raccontato ai poliziotti che quella sarebbe stata una "presenza assidua". A dire della ventiquattrenne, l'uomo si sarebbe invaghito di lei che, però, non corrisponderebbe quella "simpatia" divenuta "fastidiosa". La ventiquattrenne è stata invitata a formalizzare una querela di parte per molestie. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Quell'uomo mi perseguita", ventiquattrenne chiama la polizia

AgrigentoNotizie è in caricamento