rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Cronaca Porto Empedocle

"Sparò al cognato per motivi passionali", si va verso il rinvio a giudizio?

I difensori dell'indagato Giovanni Tuttolomondo ed i legali della parte civile, oggi, davanti al giudice Francesco Provenzano, tracceranno le loro conclusioni

I difensori dell'indagato Giovanni Tuttolomondo, gli avvocati Salvatore Cusumano e Salvatore Pennica, ed i legali della parte civile, oggi, - davanti al giudice Francesco Provenzano - tracceranno le loro conclusioni. Non hanno chiesto rito abbreviato, né riti alternativi. Dopo le conclusioni è possibile, dunque, che si vada verso il rinvio a giudizio per il pescivendolo empedoclino di 47 anni, accusato di aver sparato al cognato: Libertino Vasile Cozzo di 41 anni.

LEGGI ANCHE: Sparò al cognato insieme ad un complice per contrasti passionali

L'avviso di conclusioni delle indagini è stato fatto notificare, lo scorso febbraio, dal Pm Santo Fornasier. L'agguato venne messo a segno 4 anni fa: otto colpi di pistola per uccidere il cognato che però grazie alla prontezza di riflessi riuscì a salvarsi, nascondendo la testa sotto il furgone. 

LEGGI IL FATTO: Gambizzato un pescivendolo 

Il rinvio a giudizio dell'indagato Tuttolomondo sembra probabile. Ma non scontato anche perché sarebbero emerse, durante le indagini, delle discrepanze sul "concorso" in tentato omicidio. Si disse infatti che Tuttolomondo avesse agito assieme ad un complice. Ma il consulente della Procura che ha esaminato le immagini del sistema di video sorveglianza dell'area portuale avrebbe rilevato che sul motorino vi sarebbe stata soltanto una persona: il conducente. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sparò al cognato per motivi passionali", si va verso il rinvio a giudizio?

AgrigentoNotizie è in caricamento