rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca Porto Empedocle

Spranga di ferro alla mano prova ad occupare uno degli alloggi dell'ex Italcementi, la polizia blocca donna con 3 bambini

Non era accaduto così invece venerdì notte quando una trentina di famiglie, alcune delle quali con bimbi e donne incinte, sono riuscite ad intrufolarsi e a sistemarsi proprio nelle case della cementeria

“Armata” di una spranga di ferro ha provato, e riprovato, a forzare uno dei portoni di ingresso degli alloggi posizionati davanti allo stabilimento Italcementi, lungo la strada statale 115, a Porto Empedocle. Esattamente come avevano già fatto – in quella che è stata un’autentica irruzione – venerdì notte un’altra trentina di famiglie. Ma alla giovane donna, una marocchina, che aveva al seguito tre figli piccoli, è andata male. Sono intervenuti – nello stabile attiguo all’ormai ex impianto industriale – i poliziotti della sezione Volanti della Questura di Agrigento che l’hanno, di fatto, bloccata prima che riuscisse ad intrufolarsi e ad occupare abusivamente l’abitazione. Il reato di occupazione abusiva non s’è di fatto configurato, mentre per il tentativo di danneggiamento sarà necessaria – ma appare assai improbabile che arrivi – una querela di parte. La donna, assieme ai suoi bambini, è stata dunque semplicemente bloccata ed allontanata. Erano le 22 circa di lunedì quando tutto è accaduto e quando, di fatto, sono stati vissuti, ancora una volta, momenti concitati in quegli alloggi attigui all’ex Italcementi.

Emergenza case a Porto Empedocle, scatta l'irruzione: 30 famiglie occupano gli alloggi

Non era accaduto così invece venerdì notte quando, appunto, una trentina di famiglie, alcune delle quali con bambini piccoli e donne incinte, sono riuscite ad occupare proprio gli alloggi posizionati davanti lo stabilimento Italcementi. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spranga di ferro alla mano prova ad occupare uno degli alloggi dell'ex Italcementi, la polizia blocca donna con 3 bambini

AgrigentoNotizie è in caricamento