rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Cronaca Porto Empedocle

"Tenta di incendiare il portone di casa dell'ex che perseguita", arrestato 47enne

E’ stato trovato – secondo l’accusa – con in mano una bottiglia di due litri di benzina, intento a versarla sulla porta di ingresso dell’appartamento. Bloccato dai poliziotti ha reagito spintonando, e cercando di liberarsi

E’ stato trovato – secondo l’accusa – con in mano una bottiglia di due litri di benzina, intento a versarla sulla porta di ingresso dell’appartamento della sua ex. Ha 47 anni l’empedoclino che, nella notte fra giovedì e ieri, è stato bloccato e arrestato dai poliziotti del commissariato “Frontiera” di Porto Empedocle. L’uomo è stato portato al carcere di Messina.

E’ accusato delle ipotesi di reato di minacce, tentato incendio, atti persecutori e resistenza a pubblico ufficiale. Nella tarda serata di giovedì, alla sala operativa delle forze dell’ordine è arrivato un Sos. A lanciarlo è stato qualcuno che sentendo tutto quel frastuono s’è, evidentemente, preoccupato.

C’era un uomo – l’indagato – che suonava ripetutamente il citofono di quell’abitazione e che minacciava la donna che viveva in quell’appartamento. Esplicitamente, l’uomo diceva a colei che poi è stato accertato essere la sua ex convivente di avere con sé una bottiglia di benzina. L’allarme ha fatto precipitare sul posto sia i poliziotti che i vigili del fuoco del comando provinciale di Agrigento. Quando gli agenti del commissariato “Frontiera” sono accorsi verso l’appartamento hanno – stando sempre all’accusa – trovato l’uomo davanti l’ingresso dell’abitazione e stava cospargendo di benzina la porta. Bloccato dai poliziotti, il 47enne – che aveva già un avviso orale e un ammonimento del questore - ha reagito spintonando, e cercando di liberarsi, dagli stessi poliziotti. E’ scattato dunque l’arresto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Tenta di incendiare il portone di casa dell'ex che perseguita", arrestato 47enne

AgrigentoNotizie è in caricamento