menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto archivio

foto archivio

"Non accetta la fine della relazione, perseguita l'ex e le brucia l'auto": 58enne sotto inchiesta

La Procura fa notificare l'avviso di conclusione delle indagini a Giuseppe Gangarossa: l'uomo avrebbe picchiato e minacciato l'ex compagna arrivando al punto di tagliarle le gomme della macchina e darle fuoco. Nel "mirino" anche il padre e un amico della donna

Non si rassegna alla fine della loro relazione e inizia a perseguitarla, picchiarla e umiliarla arrivando anche a tagliarle le ruote dell'auto e dare fuoco alla stessa vettura. La sua violenza, mai interrotta neppure dopo un formale provvedimento di ammonimento del questore e la misura cautelare del divieto di avvicinamento, avrebbe avuto come bersaglio pure il padre e un amico dell'ex compagna.

Giuseppe Gangarossa, 58 anni, di Porto Empedocle, rischia adesso di finire a processo per le accuse di stalking, lesioni aggravate, incendio, danneggiamento, minaccia e violazione del divieto di avvicinamento. Il pubblico ministero Gloria Andreoli ha fatto notificare l'avvico di conclusione delle indagini. Il difensore, l'avvocato Olindo Di Francesco, avrà adesso 20 giorni di tempo per provare a convincere la Procura a non chiedere il rinvio a giudizio producendo memorie, sollecitando altri atti di indagine o con un interrogatorio.

Fra gli episodi più gravi al centro della vicenda il danneggiamento dell'auto della donna, alla quale sarebbero state tagliate le gomme, e l'incendio della stessa vettura. Un amico della presunta vittima, fra le altre cose, sarebbe stato, inoltre, minacciato con un martello. L'ex compagna, che ha nominato come difensore l'avvocato Teresa Alba Raguccia, potrà costituirsi parte civile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento