rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Il verdetto / Porto Empedocle

"Sorpreso dalla polizia mentre prova a disfarsi della cocaina": assolto 29enne

L'uomo si trovava nei pressi di Villaggio Bellavista insieme ad altri ragazzi: secondo il giudice non è emersa la prova dell'attività di spaccio

Assoluzione perchè il fatto non sussiste: il giudice monocratico del tribunale di Agrigento, Agata Anna Genna, ha prosciolto Calogero Luca Patti, 29 anni, di Porto Empedocle, dall'accusa di detenzione illecita di sostanze stupefacenti.

Patti era stato denunciato dalla polizia il 13 agosto di tre anni fa: gli agenti avevano eseguito un controllo nei pressi del Villaggio Bellavista dove si trovava assieme ad altri due ragazzi. Alla vista degli agenti, secondo la ricostruzione dell'episodio, avrebbe provato a disfarsi di alcuni involucri contenenti cocaina. In particolare, secondo gli accertamenti di laboratorio, la droga - del peso complessivo di 9,5 grammi - aveva l'82 per cento di purezza e corrispondeva a 40 dosi singole.

La procura della Repubblica, concluse le indagini, ha disposto la citazione diretta a giudizio: trattandosi di reati con una pena massima che non supera i quattro anni di reclusione (l'ipotesi era stata ritenuta di quelle rientranti nei casi di "lieve entità") non è previsto il filtro dell'udienza preliminare. 

A conclusione del dibattimento il pubblico ministero di udienza aveva chiesto la condanna a sei mesi di reclusione sostenendo che la responsabilità a carico dell'imputato fosse emersa in maniera chiara nel corso del dibattimento. Di diverso avviso il difensore, l'avvocato Davide Casà, che ha sottolineato come, nel corso dell'istruttoria, non erano emersi ulteriori riscontri del fatto che la droga fosse destinata all'attività di spaccio. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sorpreso dalla polizia mentre prova a disfarsi della cocaina": assolto 29enne

AgrigentoNotizie è in caricamento