rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca Porto Empedocle

Rifiuti pericolosi e speciali: sequestrata una nuova discarica

I carabinieri, attraverso l’analisi delle mappe catastali, stanno appurando a chi appartenga il terreno sul quale è stato formato l'immondezzaio

E sono due. Nell’arco di neanche una settimana, i carabinieri della compagnia di Agrigento hanno sequestrato una nuova, ennesima, discarica di rifiuti pericolosi e speciali. E’ accaduto nella giornata di sabato in via Ugo La Malfa a Porto Empedocle. Appena pochi giorni prima, invece, un altro maxi immondezzaio a cielo aperto era stato sequestrato a Maddalusa. Il controllo del territorio circostante prosegue e non possono, naturalmente, venire ignorati tutti gli scempi di cui è costellato l’Agrigentino.

La discarica abusiva di rifiuti speciali e pericolosi, situata nei pressi dell’area ex Italcementi, è stata transennata e, nelle ultime ore, i carabinieri della stazione di Porto Empedocle e quelli della compagnia di Agrigento – attraverso l’analisi delle mappe catastali – stanno appurando a chi appartenga. Un passaggio burocratico fondamentale perché il proprietario dell’area dove è stata creata la discarica sarà il destinatario della diffida a bonificare. Operazioni che dovranno essere realizzate, ripristinando l’ambiente, entro un termine perentorio. Come da procedura, inoltre, sono in corso gli accertamenti investigativi per provare a tracciare la strada che i rifiuti hanno seguito per arrivare fino a quella zona. Ad essere abbandonati, formando una vera e propria “montagna”, sono stati – è stato ufficializzato dai carabinieri del comando compagnia di Agrigento – rifiuti speciali e pericolosi. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti pericolosi e speciali: sequestrata una nuova discarica

AgrigentoNotizie è in caricamento