rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Porto Empedocle

E' ripresa la raccolta dei rifiuti, il sindaco Ida Carmina: "Pagate la Tari"

L'intesa raggiunta prevede che il Comune paghi il primo febbraio prossimo due delle fatture arretrate alle imprese della "Realmarina" che a loro volta, si sono impegnate a saldare ai lavoratori due stipendi arretrati e la tredicesima

E' ripreso il servizio di raccolta "porta a porta". Dopo 6 giorni di stop, oggi, verranno ritirati i rifiuti secondo quanto previsto per la giornata: venerdì, zona "A" carta e cartone; zona "B" umido. In contemporanea verranno tolti i cumuli di rifiuti. Lo ha annunciato, nella tardissima serata di ieri, il sindaco di Porto Empedocle Ida Carmina. "Ci vorranno alcuni giorni per ritornare alla normalità - ha detto il sindaco - . Spero nella collaborazione di tutti. Spero anche che l'assenza del servizio abbia dato a tutti la consapevolezza di quanto sia delicato e indispensabile il servizio di raccolta e smaltimento di rifiuti e quanta sia la sofferenza della città intera allorquando esso viene a mancare. Una cosa va compresa che per quanto faccia una amministrazione è indispensabile che la gente paghi la Tari, per coprire il costo del servizio e faccia con scrupolo la differenziata che consente di migliorare l'ambiente e di diminuire il costo".

Marilù Caci: "Trovare soluzioni definitive"

"Perchè se è vero che c'è gente che non riesce a provvedere ai pagamenti , ci sono tanti che "scroccano il servizio" - incalza Ida Carmina - per abitudine ai danni della collettività. Che la sofferenza di questi giorni dell'intero paese possa risvegliare qualche coscienza. Noi non rinunciamo a credere che ci vorrà tempo ma la rivoluzione culturale è necessaria ed inevitabile".

La situazione si è sbloccata ieri a tarda sera nel corso dell'ultimo, ennesimo, incontro tra i rappresentanti della "Realmarina", che gestisce il servizio in città, e l'amministrazione comunale guidata da Ida Carmina. L'intesa raggiunta prevede che il Comune di Porto Empedocle paghi il primo febbraio prossimo due delle fatture arretrate alle imprese della "Realmarina" che a loro volta, si sono impegnate a saldare ai lavoratori due stipendi arretrati e la tredicesima. 

Gli operatori ecologici sono in stato di agitazione permanente ormai dallo scorso novembre, visto che devono ancora riscuotere gli stipendi di marzo, aprile maggio, novembre e dicembre 2017, la tredicesima e due rate della quattordicesima. Le imprese della Realmarina, sono invece ferme al saldo della fattura di maggio 2017.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' ripresa la raccolta dei rifiuti, il sindaco Ida Carmina: "Pagate la Tari"

AgrigentoNotizie è in caricamento