rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca Porto Empedocle

I netturbini tornano al lavoro, s'attende il via libera per conferire a Gela

La firma dell'ordinanza, della Regione Sicilia, è attesa già per la giornata di oggi

Sa stamani gli operatori ecologici della “Realmarina” – che sono stati in sciopero selvaggio da circa 10 giorni – torneranno al lavoro. Sono in arrivo i soldi della Regione e il Comune li verserà all’impresa che, a sua volta, pagherà uno degli stipendi arretrati. Tanto è emerso dal vertice che c'è stato ieri sera in Prefettura.

“Siamo indietro di sette mensilità – ha spiegato l’Ad di Iseda: Giancarlo Alongi – ma sono in arrivo i fondi per pagare una mensilità ai netturbini che oggi torneranno al lavoro”. Ma su Porto Empedocle resta il problema della discarica.

Lentini - la società che gestisce la discarica di Lentini - non è intenzionata a fare passi indietro visto che il Comune di Porto Empedocle è moroso nei suoi confronti. Si tratta di un debito che l'ente ha da prima del dissesto finanziario.

Dalla Regione sarebbe stata trovata una soluzione, ossia un sito alternativo dove conferire: la discarica di Gela. Si attende però, naturalmente, che la Regione Sicilia firmi questa ordinanza che permetterà alla “Realmarina” – che garantisce il servizio su Porto Empedocle così come su Realmonte – di andare a conferire a Gela. E la firma è attesa già per la giornata di oggi. O almeno così dovrebbe essere.

Intanto, gli operatori ecologici della "Realmarina" cercheranno di rimuovere quanti più rifiuti possibile tentando di riportare decoro e dignità a Porto Empedocle.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I netturbini tornano al lavoro, s'attende il via libera per conferire a Gela

AgrigentoNotizie è in caricamento