rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Criminalità / Porto Empedocle

Pistola in pugno e volto coperto rapina bar all'alba: i carabinieri cercano il delinquente

L’uomo ha minacciato il cassiere e, di fatto, lo ha costretto a consegnare quanto, in quell’esatto momento, c’era in cassa

Volto travisato e armato di pistola, un delinquente solitario ha rapinato un bar situato lungo la statale 115. E’ accaduto all’alba di venerdì, in territorio di Porto Empedocle. L’uomo, armato appunto di una revolver, ha intimato al cassiera di consegnare quanto, in quel momento, c’era in cassa. Cosa che effettivamente il lavoratore ha fatto, lasciando cadere nelle mani del criminale 250 euro in contanti. Arraffati i soldi, il delinquente è fuggito, a gambe levate, lungo le vie circostanti. Non ci sono stati feriti, per fortuna, nell’episodio di microcriminalità sul quale hanno già avviato le indagini i carabinieri della stazione di Porto Empedocle, coordinati dal comando compagnia di Agrigento.

Il colpo è stato messo a segno poco prima dell’alba di venerdì. All’interno del bar, situato lungo la strada statale 115, ha fatto irruzione un malvivente, con il volto coperto da un berretto e con in mano un revolver. L’uomo ha minacciato il cassiere e, di fatto, lo ha costretto a consegnare quanto, in quell’esatto momento, c’era in cassa. Il cassiere ha consegnato la somma di circa 250 euro. Soldi che il rapinatore ha subito intascato, per poi scappare, a piedi, lungo le vie limitrofe alla strada statale 115.

Scattato l’allarme, lungo la statale 115, nel bar vittima della rapina, si sono portati i carabinieri della stazione di Porto Empedocle che sono coordinati dal comando compagnia dell’Arma di Agrigento.

I militari dell’Arma hanno allertato la Procura della Repubblica del capoluogo e si sono subito dedicati alle ricerche in tutto il territorio di Porto Empedocle, ma non soltanto, del delinquente che ha messo a segno il colpo. L’uomo non è stato rintracciato – sarebbe riuscito infatti a far perdere ogni sua traccia - e l’attività investigativa va avanti.

I carabinieri della stazione di Porto Empedocle, dopo aver setacciato ogni via limitrofa, hanno verificato l’eventuale presenza di impianti di videosorveglianza. Telecamere che, di fatto, potrebbero aiutare le indagini e dunque l’identificazione del delinquente che ha messo a segno la rapina. Non filtrano indiscrezioni sull’attività investigativa che è coordinata, naturalmente, dalla Procura della Repubblica. Indagini che sono naturalmente indirizzate all’identificazione del delinquente solitario che è riuscito ad arraffare la somma di 250 euro in contanti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pistola in pugno e volto coperto rapina bar all'alba: i carabinieri cercano il delinquente

AgrigentoNotizie è in caricamento