menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un operatore ecologico a colloquio con una residente

Un operatore ecologico a colloquio con una residente

Differenziata a Porto Empedocle, i netturbini danno una mano ai cittadini

Dopo le multe dei giorni scorsi, i residenti, soprattutto quelli più anziani, chiedono la collaborazione degli operatori ecologici per capire come meglio comportarsi

Dopo una partenza un po' a singhiozzo, sta prendendo “corpo”, il progetto di raccolta differenziata "porta a porta" a Porto Empedocle.

"Dopo un avvio caratterizzato anche da alcuni comportamenti poco consoni, con alcune multe elevate dai vigili urbani in borghese a persone che hanno lasciato i sacchetti della spazzatura per terra, - da sapere l'Iseda in una nota - adesso sono gli stessi cittadini, soprattutto quelli più anziani, che chiedono la collaborazione degli operatori ecologici per capire come meglio comportarsi".

LEGGI ANCHE: SPAZZATURA A TERRA E RAFFICA DI MULTE

“I nostri impiegati – spiega l'amministratore delegato di Iseda Giancarlo Alongi – ci riportano di un lento ma progressivo cambio di tendenza degli utenti rispetto a quello che sembrava essere un atteggiamento di chiusura verso la novità che abbiamo riscontrato anche durante i diversi incontri con la cittadinanza svolti nei mesi passati quando abbiamo iniziato a presentare le novità del progetto che abbiamo chiamato 'Da stasera uscite separati'. Siamo senza alcun dubbio fiduciosi che Porto Empedocle, così come ha fatto Realmonte, saprà rispondere al meglio a questo sforzo che potrà portare sia benefici economici per la collettività che un miglioramento delle condizioni igienico sanitarie della cittadina”.

Per informare al meglio il più alto numero di cittadini sui vantaggi e le modalità della differenziata, si è svolto ieri un incontro fra il personale della società Achab e gli insegnanti e il personale non docente delle scuole "Rizzo" e "Pirandello" di Porto Empedocle. All'incontro non è voluto mancare l'assessore comunale all'igiene urbana Salvatore Baiamonte.

Nei mesi scorsi la campagna informativa sul "porta a porta" ha riguardato in particolare gli alunni di tutte le scuole primarie di Realmonte e Porto Empedocle che, con l'ausilio di "Capitan Eco", hanno potuto vedere, in maniera interattiva, quali sono i vantaggi del porta a porta per il presente ma soprattutto per il loro futuro. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento