Cronaca Porto Empedocle

L'Open Arms resta alla fonda di Porto Empedocle, equipaggio in quarantena

Il comandante della Capitaneria ha vietato la navigazione e qualunque attività subacquea o di superficie per una distanza di 300 metri dall'imbarcazione della ong

Isolamento fiduciario e quarantena per tutto l'equipaggio della Open Arms che dovrà restare ferma, alla fonda, davanti a Porto Empedocle. L'ordinanza è stata firmata dal capitano di fregata Fabio Serafino, comandante della Capitaneria di porto che ha stabilito che per tutta la durata della sosta della nave Open Arms sarà interdetta la navigazione e vietata qualunque attività subacquea o di superficie per una distanza di 300 metri dall'imbarcazione della ong. Nave che dovrà mantenere, per tutto il periodo di sosta, la bandiera “Q” del codice internazionale dei segnali issata a riva.

Fine odissea per i 146 migranti soccorsi dalla Open Arms: ecco le immagini della nave a Porto Empedocle

L'Open Arms, dopo più soccorsi nel Mediterraneo, nei giorni scorsi, ha sbarcato 146 migranti a Porto Empedocle che è stato assegnato quale "porto sicuro". I migranti, tranne una cinquantina di minorenni che sono stati trasferiti nella struttura d'accoglienza di Casteltermini, sono stati spostati - per il periodo di sorveglianza sanitaria anti-Covid - sulla nave quarantena "Allegra". Come è già avvenuto in passato, adesso, l'equipaggio dovrà stare - in via precauzionale - in isolamento fiduciario per 14 giorni. Durante questo periodo il comandante della nave e il medico di bordo dovranno trasmettere all'ufficio Sanità marittima il report giornaliero della misurazione della temperatura corporea e di saturazione arteriosa dell'ossigeno di tutte le persone presenti a bordo. Al termine della quarantena, sulla nave dovrà essere effettuata pulizia, disinfestazione e sanificazione. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Open Arms resta alla fonda di Porto Empedocle, equipaggio in quarantena

AgrigentoNotizie è in caricamento