rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca Porto Empedocle

Critiche al vetriolo per la polizia municipale, post denunciati alla Procura

Questione di tempo e per gli autori dei vari post diffamatori ci sarà l’obbligo di dare spiegazioni all’autorità giudiziaria

Critiche agguerrite sui social network. Polizia municipale, di fatto, linciata – senza tener conto di un organico deficitario - su Facebook. Il corpo, con in testa il comandante Calogero Putrone, però non ci sta e se ammette “il diritto di critica, proprio perché è un diritto che deve essere difeso, preteso ed esercitato; l’offesa – spesso gratuita - è reato”.

“Sono stati esaminati attentamente alcuni post decisamente offensivi che sono stati sottoposti all’attento vaglio della Procura – rende noto il comandante della polizia municipale: Calogero Putrone - affinché, dove ne ricorrano i presupposti, ne assicuri la conseguente punizione penale”. Questione di tempo, dunque e per gli autori dei vari post diffamatori ci sarà l’obbligo di dare spiegazioni all’Autorità giudiziaria.

“La pretesa dei servizi è un sacrosanto diritto del cittadino e questo comando di polizia municipale avrebbe grande gioia nel poter servire la città al pari di come ha fatto prima del disastro che ormai l’accompagna dal 2016 – ha scritto il comandante - . Ma questo comando, dal primo luglio 2016, si è visto privare di più del 50% del proprio personale, poiché, avendo diverse unità precarie, questi da 36 ore settimanali sono presenti solo 18 ore o al massimo 24 ore settimanali. Dunque in un giorno, 9 unità non sono più presenti 6 giorni a settimana ma solo 3 o 4. A ciò si deve aggiungere la mancanza di altre unità che hanno lasciato il comando per pensionamenti, senza possibilità di essere sostituiti”. Il comandante della polizia municipale, a seguito di revisione della pianta organica, è diventato anche responsabile del settore 4. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Critiche al vetriolo per la polizia municipale, post denunciati alla Procura

AgrigentoNotizie è in caricamento