menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pescava nell'area nasello europeo e gambero rosa nell'area di ripopolamento: bloccato peschereccio

La Guardia costiera ha elevato sanzioni per 6 mila euro ed ha sequestrato i 33 chilogrammi di prodotti ittici ritrovati sull'imbarcazione

Un peschereccio è stato avvistato prima e bloccato poi mentre pescava in un'area interdetta, un'area destinata al ripopolamento ittico. Si tratta del tratto denominato “ad Ovest del Bacino di Gela” che è destinato al ripopolamento di nasello europeo e gambero rosa. Uno specchio acqueo dove vige il divieto assoluto di pesca a strascico.

Un mezzo aereo della Gyuardia costiera, martedì scorso, ha individuato il motopesca mentre era intento in illecita attività di pesca. E', in maniera fulminea, intervenuta una motovedetta del Corpo che lo ha intercettato in mare e scortato fino alla banchina di Porto  Empedocle il peschereccio. L’attività ispettiva ha portato alla contestazione di 3 verbali e a 2 sequestri amministrativi per sanzioni che ammontano complessivamente a 6.000 euro.

Nello specifico, sono stati  sequestrati: circa 40 metri di rete (non conforme alla normativa prevista) e 33 chili di prodotto ittico (in quanto pescato con attrezzi non consentiti). L’intero prodotto ittico sequestrato, considerato in buono stato di conservazione, è stato devoluto in beneficienza presso enti caritatevoli.

L’operazione rientra in una più ampia attività di controllo e monitoraggio delle attività di pesca poste in essere dalla Capitaneria di Porto – Guardia Costiera, a salvaguardia delle risorse ittiche, degli ambienti costieri e della salute dei consumatori, attività che verrà posta in essere costantemente. 

GUARDIA COSTIERA contro pesca abusiva2-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento